Bundesliga, oggi la decisione se ripartire ma molti club dicono no all’annullamento

Ma il Bayern vuole tornare in campo

di Redazione ITASportPress

La Bundesliga non si ferma neanche davanti all’emergenza sanitaria da Covid-19. Almeno questo è quello che vorrebbero molti club fra cui il Bayern Monaco che attraverso il suo presidente Rummenigge ha fatto sapere che “La stagione va terminata per evitare un disastro economico senza precedenti. Per questo penso che sarebbe saggio prorogare l’esercizio fiscale 2019-20 al peggio fino a settembre, se non fosse possibile altrimenti. Così l’inizio della prossima stagione potrebbe avvenire all’inizio dell’inverno, affinché i giocatori beneficino delle vacanze e di una preparazione sufficientemente lunga”.

Oggi in Germania è prevista la riunione di lega per discutere del futuro del massimo campionato e della seconda divisione. Christian Seifert, amministratore delegato della Bundesliga, -come riporta Gazzetta.it- vuole assolutamente riprendere, ma non è detto che ci si riesca. Se il governo dovesse vietare anche le partite a porte chiuse allora Seifert avrebbe le mani legate. Per questo l’amministratore delegato della Bundesliga ha stilato un piano alternativo, che regga dal punto di vista giuridico. Secondo la Bild l’idea è quella di bloccare le retrocessioni nel caso in cui non si tornasse a giocare. La Bundesliga passerebbe così da 18 a 20 squadre, allargando il campionato a Bielefeld e Stoccarda attualmente prima e seconda in seconda divisione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy