Fiorentina, Pradé annuncia: “No a Piatek e Milik. E Cutrone può partire”

Le parole del ds dei viola

di Redazione ITASportPress

La vittoria sulla Juventus ha permesso alla Fiorentina di concludere nel migliore dei modi il 2020. La squadra viola spera in un nuovo anno con prospettive ben diverse da quelle che hanno contraddistinto gli ultimi mesi, con tanti bassi e pochi alti.

BILANCIO

Molto dipenderà dal mercato invernale. Il direttore sportivo Daniele Pradé ha spiegato ai canali ufficiali del club quali saranno le prossime mosse: “Abbiamo chiuso il 2020 con una bellissima vittoria dove la squadra ha fatto vedere il cuore. A livello tecnico individuale siamo secondi a poche squadre, non siamo pronti per i vertici ma non meritiamo la classifica che abbiamo. Sarà un mercato come gli altri, di riparazione, dove tante squadre dovranno fare qualcosa. Al momento siamo in 29, siamo tanti e dobbiamo prendere decisioni insieme all’allenatore. Abbiamo deciso di puntare su un centravanti giovane e ci sta dando risposte importanti, che è Vlahovic. Faccio esempi: in questo momento Milik e Piatek non sono giocatori che sarebbe giusto andare prendere. Ci farebbero comodo ma ostacolerebbero la sua crescita, anche se sono grandi giocatori. Kouame ha iniziato alla grandissima ma dopo infortuni ci stanno periodi di down. Lo abbiamo aspettato. Poi ci sono giocatori scontenti, a cominciare da Cutrone e cercheremo di accontentarlo. Vuole giocare e proveremo a trovare insieme la soluzione migliore”.

Recupera Password

accettazione privacy