Frey: “Tacopina per Catania ha qualcosa in testa oltre al calcio”

L’ex calciatore del Chievo e del Venezia conosce bene l’avvocato italo americano

di Redazione ITASportPress

Ho deciso di smettere, dopo quello che è successo con il Chievo meglio dire basta”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex difensore di – tra le altre – Chievo e Venezia, Nicolas Frey.

Dal Chievo si aspettava maggiore gratitudine?
“Più che gratitudine direi maggior rispetto. Sarò comunque riconoscente al Chievo Verona perché mi sono tolto tante soddisfazioni. Ma sicuramente era un altro Chievo”.

Oggi la sua ex squadra ne sfida un’altra dove ha giocato, il Venezia.
“Una bella partita. Nessuno immaginava il Venezia così protagonista, è la sorpresa del campionato: sta facendo veramente bene. Il Chievo sulla carta è favorita anche se gli ultimi risultati non l’hanno aiutato. Avercela con il Chievo da parte mia sarebbe una mancanza di rispetto anche verso i tifosi. Sono stato bene anche al Venezia, ma la mia storia parla di dodici anni in gialloblù”.

Il suo ex presidente, Tacopina, vuole il Catania.
“Una persona molto alla mano. Mi ha accolto bene, ha i suoi concetti. È una persona con dei progetti. A Venezia non è andata come avrebbe voluto, dallo stadio ad altre cose. Catania è una bella piazza, sicuramente ha qualcosa in testa oltre al calcio”.

Cosa vuole fare da grande Nicolas Frey?
“Ho trascorso questi mesi con Sergio Pellissier, tra tennis e Padel. Al momento ho anche altri progetti, che stanno andando avanti. Nella prima parte del 2021 realizzerò una nuova idea legata al mondo dello sport, ne parleremo. Per quanto riguarda il futuro nel calcio, fare l’allenatore non sarebbe male. Ho basato la mia carriera sulla tattica. Vedremo. Non chiudo nessuna porta”.

Serie A: il Milan vincerà lo Scudetto?
“Ho avuto Pioli al Modena e al Chievo. Sta facendo molto bene, ha trovato un grande equilibrio. Ibra è un valore aggiunto nonostante la sua età. L’unica cosa che potrebbe creare dei problemi è il mercato: Donnarumma e Calhanoglu. Però gente di calcio come Maldini è a conoscenza delle dinamiche, spendere per i rinnovi di due giocatori così importanti forse farebbe anche risparmiare rispetto all’acquisto di altri. Sono simpatizzante dell’Inter, ma in nerazzurro c’è qualche problema da risolvere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy