Il calcio piange Andrea Rinaldi: morto a 19 anni

Il giocatore era al Legnano in prestito dall’Atalanta

di Redazione ITASportPress
Rinaldi

Il calcio piange Andrea Rinaldi. Il giocatore del Legnano, in prestito dall’Atalanta, è morto all’età di 19 anni. Ad annunciarlo è stata la stessa società attraverso i canali ufficiali. Il giovane centrocampista non ce l’ha fatta.

Una notizia tragica che coinvolte il mondo del calcio, non solo quello dilettantistico e giovanile della Lombardia. Classe 2000, Rinaldi era cresciuto nel settore giovanile del Monza, passando poi all’Atalanta con la quale ha fatto tutta la trafila fino ad arrivare alla Primavera. Ora giocava per il Legnano in Serie D con il quale aveva totalizzato 23 presenze segnando 1 gol. Il giovane aveva accusato un malore nel pomeriggio di venerdì nella sua casa a Cermenate mentre svolgeva un allenamento individuale per tenersi in forma. Sarebbe stato stroncato da aneurisma cerebrale.
“Andrea Rinaldi, il nostro guerriero, ci ha lasciato – scrive il Legnano -. Un aneurisma lo ha strappato alla vita a 20 anni non ancora compiuti, nel fiore degli anni, con una vita davanti e con una carriera che prometteva traguardi luminosi. Una tragedia improvvisa e sconvolgente, impossibile anche solo da immaginare”.

Rinaldi
screenshot sito ufficiale Legnano calcio
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy