Juventus, operaio della Fiat si ribella: “L’arrivo di Ronaldo sarebbe vergognoso”

Juventus, operaio della Fiat si ribella: “L’arrivo di Ronaldo sarebbe vergognoso”

Le parole dell’operaio: “Per noi nessun aumento in dieci anni”

di Redazione ITASportPress

In questi giorni non si parla davvero d’altro: Cristiano Ronaldo potrebbe presto vestire la maglia della Juventus. Un trasferimento che, se confermato, avrebbe del clamoroso e rappresenterebbe l’acquisto del secolo della Vecchia Signora. Inutile dire che il popolo bianconero è in delirio, in attesa di capire se il fuoriclasse portoghese potrà davvero sbarcare a Torino. Non tutti, però, sono felici di un eventuale arrivo di CR7. La ‘pecora nera’ in questo clima di allegria è Gerardo Giannone, operaio Fca dello stabilimento di Pomigliano D’Arco. L’operaio, che lavora in Fiat da 18 anni, ha alzato la voce e all’agenzia Dire ha dichiarato: “Dopo Higuain, pure Cristiano Ronaldo? È una vergogna. Gli operai della Fiat non hanno un aumento di paga base da 10 anni e tutti gli stabilimenti sono in cig. A Cassino stanno fermi per 5 gironi, a Pomigliano lavoriamo 11-12 giorni in un mese e si ferma pure Brugliasco. Ronaldo? Con il suo stipendio si potrebbero dare 200 euro di aumento a tutti i dipendenti. In questi 10 anni abbiamo perso il 10,7% di inflazione, mai recuperato e la Fca spende 126 milioni di euro annuali di sponsorizzazione, 26,5 solo per la Juve. Lo scorso anno hanno fatturato oltre 20 miliardi di euro e poi si perdono per un pagamento contrattuale che non danno da 10 anni. E ora dopo Higuain pensano di prendere Ronaldo. È vergognoso, anche che nessuno abbia detto una parola”.

Juventus c’è l’annuncio in tv: “Preso Cristiano Ronaldo per 100 milioni”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy