Scandalo Mayorga, la mamma di CR7: “Lei non era lì per giocare a carte”

Scandalo Mayorga, la mamma di CR7: “Lei non era lì per giocare a carte”

La madre del portoghese è tornata a parlare delle accuse di stupro che riguardano il figlio

di Redazione ITASportPress

Si torna a parlare delle accuse di stupro rivolte nei confronti di Cristiano Ronaldo. Stavolta a difendere il portoghese è la Mamma Dolores Aveiro che in merito al caso Kathryn Mayorga passa all’attacco parlando della buona fede del campione juventino: “Ho fiducia in mio figlio riguardo quello che è accaduto. Quando è andata lì – ha detto riferendosi all’ex modella americana che ha accusato l’ex Real Madrid di averla violentata in un hotel di Las Vegas nel 2009 – non è stato certo per giocare a carte. Era lì per fare qualcosa”. A margine della presentazione della sua nuova linea di vini e olio in Portogallo, la mamma di CR7 ha anche detto: “Conosco mio figlio, ma non voglio più parlarne”. Di recente il difensore della Mayorga era andato a Londra per confrontarsi con Jasmine Lennard, ex fidanzata del portoghese che aveva dichiarato di aver “prove compromettenti” sull’attaccante della Juve. La Lennard, con cui il portoghese ha avuto una relazione una decina di anni fa, al ‘Sun’ aveva definito CR7 “uno psicopatico”, raccontando poi di presunte minacce (“mi ha chiesto come avrebbe reagito mio padre vedendo certe mie foto”), dopo aver aver detto di no alle sue proposte (“Mi ha contattato continuamente negli ultimi 18 mesi ma gli ho risposto che non intendevo essere la sua amante”). Accuse prontamente bollate come “falsità e illazioni” dai legali di Ronaldo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy