ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

CONTROMOSSA

La Premier League passa al contrattacco: taglio stipendi a giocatori no vax

Premier League (getty images)

I club inglesi vogliono trovare una soluzione all'incremento dei casi di Covid

Redazione ITASportPress

L'incremento dei casi di Covid, la variante Omicron e l'ancora elevato numero di giocatori no vax stanno portanto alcuni club di Premier League a valutare l'ipotesi del taglio di stipendio a chi si rifiuta di sottoporsi alla vaccinazione. Secondo il Daily Mail, infatti, alcune società starebbero cercando di capire se possono mettere mano ai contratti dei giocatori costretti ad andare in isolamento perché non vaccinati.

In queste ultime settimane il numero dei giocatori positivi nelle quattro divisioni del calcio inglese è aumentato vertiginosamente. Gli effetti si sono visti anche "sul campo" con squadre decimate e quattro partite rinviate in soli cinque giorni. L'ultima quella tra Brentford e Manchester United.

La via che si potrebbe percorrere per trovare, almeno in parte, una soluzione, è quella di "colpire" i giocatori no vax dal punto di vista economico. Esattamente come fatto dal Bayern Monaco in Germania, ovvero un taglio di stipendio in caso di positività se non vaccinato. L'esempio più importante è quello del centrocampista Kimmich, non vaccinato e successivamente ammalato.

Secondo il tabloid inglese i club spingono per agire legalmente e attaccare gli stipendi dei giocatori.

 (Getty Images)
tutte le notizie di