Napoli, furia De Laurentiis: “Consiglio ad Ancelotti di andare all’estero. Gasperini? Ho un contratto firmato…”

Napoli, furia De Laurentiis: “Consiglio ad Ancelotti di andare all’estero. Gasperini? Ho un contratto firmato…”

La trattenuta di Kjaer su Llorente prima del 2-2 di Ilicic ha scatenato un vespaio di polemiche

di Redazione ITASportPress

Un pareggio amaro per il Napoli al San Paolo questa sera contro l’Atalanta. Una partita macchiata da un episodio discusso che ha scatenato la reazione dei campani. Il presidente Aurelio De Laurentiis furioso ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Io non credo che Rizzoli e Nicchi svolgano al meglio il proprio lavoro, loro diranno che non sta a De Laurentiis dirlo, ma io risponderò che io come gli altri presidenti di Serie A che provvedono all’esistenza della Serie B o della Serie C, dei loro sostentamenti, hanno il diritto di essere ascoltati. Altrimenti il signor Rizzoli e Nicchi si beccheranno gli 80 mln di italiani che sono stanchi di questa supponenza e prosopopea. Questa intoccabilità di Rizzoli e Nicchi ci dà estremamente fastidio. Se esiste il Var è inutile creare 8-9 minuti di tempo supplementare perchè ci si spintona e si discute, cos’è questa cafonata di un arbitro che butta fuori un signore come Ancelotti, fossi in lui me ne andrei da questo paesaccio dove gli arbitri non sanno arbitrare come in Inghilterra. Basta! Ci siamo stancati, siamo noi che finanziamo il calcio, senza di noi andrebbero a pelare le patate! Io ho il diritto, per i soldi che investo nel calcio, per il rispetto dei miei calciatori e dell’altra squadra, di vedere le immagini al Var, e poi i tifosi dove li vogliamo mettere? Questo calcio è assurdamente malato che non siete in grado di cambiare da 30 anni a questa parte! Ci siamo stancati di essere dei sostenitori involontari della classe arbitrale, anche economicamente, non possiamo permettere che la maggior parte delle squadre di Serie A di alta classifica abbiano 300 mln di debiti per far giocare questi signori, venissero in campo invece di pontificare sempre dall’alto!

L’Atalanta è una squadra che rispetto molto, Gasperini è un grandissimo allenatore, ho ancora un contratto firmato nel mio ufficio del 2011 o 2013 prima di rinnovare Mazzarri per altri due anni, è stato bravo col Genoa e bravissimo con l’Atalanta, ha toppato con l’Inter ma evidentemente è difficile lavorare in grandi club dove la proprietà non ha un contatto diretto con l’allenatore. Devo fare anche i complimenti ai miei, le partite sono tante ed abbiamo ancora 28 dopo questa, ci sono tutte le partite dell’Europa, avremo modo di rifarci e stare vicino alla squadra.

Io sono una persona al di sopra di ogni sospetto, chiedo chiarezza e rispetto, e non il solito tiriamo a campare, il lunedì si dimentica sempre tutto. Cari Nicchi e Rizzoli, dovete metterci la faccia, fino ad ora lo avete fatto male, siete dei cattivi attori”.

 

Ma non solo Aurelio De Laurentiis ha parlato. “Dopo stasera il calcio è morto“. Queste le parole del Vice Presidente del Napoli, Edo De Laurentiis dopo il torto arbitrale subito dal Napoli contro l’Atalanta per un rigore a molti apparso netto per la trattenuta di Kjaer su Llorente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy