Napoli, Sarri: “Non sono ancora sazio, possiamo raggiungere il secondo posto”

Le dichiarazioni del tecnico azzurro alla vigilia della gara contro i toscani

di Redazione ITASportPress

Raggiungere il secondo posto ed evitare i preliminari di Champions League: il Napoli ha ben chiaro l’obiettivo da raggiungere al termine della stagione. Ma per avvicinare o scavalcare la Roma già in questo turno di campionato, è necessario vincere al Castellani di Empoli, stadio che non è stato mai espugnato dalla squadra partenopea. Maurizio Sarri incontra il suo passato. Il tecnico azzurro è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del lunch match contro i toscani: “Le possibilità per il secondo posto ci sono sempre. Ci sono 10 partite, ma ci poniamo obiettivi settimanali e proviamo a raggiungerne più possibili. Solitamente queste sono cose che succedono in momenti di necessità, Milik era infortunato e Gabbiadini era squalificato, quindi ho messo Mertens, in questi casi c’è la componente casualità e necessità. Empoli? In tutte le esperienze c’è un momento di riflessione. Pavoletti? Si va parlare di un attaccante centrale con caratteristiche diverse. La squadra deve abituarsi a lui e viceversa. Viene da un infortunio, e adesso si sta riprendendo ci darà una mano. Jorginho? E’ un giocatore che dà palleggio e velocità di pensiero che hanno in pochi in Europa, poi come tutti ha delle controindicazioni. Quest’anno giochiamo sempre in velocità e costringe i centrocampisti a corse più lunghe, a ritmi più alti, perché giocando in velocità ci sono più palle perse ed in alcune gare può fare più fatica nel rincorrere. Secondo posto o Coppa Italia? Da giovane mi piacevano le donne con i capelli ricci, poi ho sposato una rossa. Noi vogliamo fare bene fino alla fine, siamo cresciuti come rosa e mentalità e tutti quelli che sono entrati hanno fatto bene. Se l’anno scorso avessimo avuto Coppa d’Africa, crociati rotti, Champions League, chissà quanti punti avremmo perso, quest’anno invece abbiamo contenuto grazie alla rosa. Futuro? Irrinunciabile è avere una squadra che ti segue, questo è il massimo della vita per un allenatore. Ovvio che a tutti piace guadagnare e vincere, ma il bello della vita è altro”.

EMPOLI – “Il Napoli non ha mai vinto ad Empoli. Nelle ultime due sfide al Castellani sono stati presi sei reti. Conosco bene l’ambiente, resta tranquillo ma reagisce sempre, quindi troveremo un avversario applicato che ci complicherà la gara in maniera significativa. Sarà una una partita molto complicata e delicata ed ho cercato di trasmettere questo messaggio alla squadra”.

CRESCITA“Chiaro che ci manca qualcosa, ci possiamo discutere. Può avere origini sportive o societarie, ma è chiaro che questa squadra a questo punto non ha più il 30% di margini di miglioramento, ma piccoli margini che stanno nei particolari. Dobbiamo migliorare nei particolari personali e collettivi”.

HYSAJ“Quando arrivi su certi livelli da giovane, ripetersi è difficile. Ha fatto Europei e Champions, ha vissuto stress maggiore rispetto agli anni scorsi e forse un po’ l’ha pagato. Vedremo se riuscirà a stabilizzarsi e trovare costanza di rendimento, non dimentichiamoci che ha 22 anni”.

TIFOSI“Se mi sentissi sazio andrei a casa. Significherebbe che non avrei più motivazioni, dovrei dare le dimissioni e andare a casa. Dei tifosi napoletani, mi piace il fatto che non hanno la presunzione di pensare che devono vincere sempre, anche se meritano di vincere per 2mila motivi. Questa sfida mi affascina. Il pubblico ha l’umiltà che vincere è difficile, ma meriterebbe di vincere”.

CHAMPIONS LEAGUE  – “Adesso non mi interessa più niente, non c’è da confermare più nulla, sono i campioni del mondo e d’Europa, siamo andati fuori da una delle squadre più forti. Se vince o meno non cambia nulla sul loro valore, resteranno sempre tra le prime tre squadre migliore. Non cambio la considerazione della mia squadra se poi loro vincono o escono ai quarti, rimane la prova che abbiamo fatto. Se guarderò la Champions sarà solo per motivi tattici, qualora me lo dovessero segnalare, ma non lo farò per motivi personali”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per seguirci su Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy