Neymar, poker e rabbia: ruba un rigore a Cavani e non esulta con i compagni

Nuovo episodio della ‘saga’ tra il brasiliano, autore di quattro reti, e il Matador: il PSG si rovina la festa dopo l’8-0 al Digione

di Redazione ITASportPress

L’avventura di Neymar al Paris Saint-Germain continua all’insegna dei gol a ripetizione. Ma il clima attorno al brasiliano è sempre più pesante. Lo show contro il Digione, partita vinta 8-0 dal PSG anche grazie a quattro reti dell’ex Barcellona, ha infatti confermato come Neymar sia tutt’altro che a proprio agio nello spogliatoio e pure nel rapporto con i tifosi.

I cori del pubblico del Parco dei Principi sono infatti stati tutti per Edinson Cavani, che è diventato il miglior marcatore nella storia del club, con 156 centri, uno in più di Zlatan Ibrahimovic.

L’uruguaiano ha segnato nel finale, non riuscendo però a trasformare il calcio di rigore che si era procurato e che Neymar gli ha sottratto. Una scena già vista più volte a inizio stagione, ma che non è piaciuta ai tifosi del PSG, che hanno fischiato la stella ex Barça.

L’esultanza del brasiliano è stata conseguentemente polemica e malinconica, così come il rientro negli spogliatoi al fischio finale: recuperato il pallone con il quale ha segnato lo storico poker di gol, Neymar si è precipitato negli spogliatoi senza festeggiare con i compagni e senza parlare alle telecamere di Canal+.

Neymar show contro il Digione

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy