Sampdoria, Giampaolo: “Non giochiamo in infradito. Cinque sfide per crescere”

Sampdoria, Giampaolo: “Non giochiamo in infradito. Cinque sfide per crescere”

Le parole del tecnico blucerchiato in conferenza stampa

di Redazione ITASportPress

Cercasi riscatto in casa Sampdoria. Il k.o. di Bologna brucia ancora, ma domani c’è già l’occasione per voltare pagina. Il tecnico dei blucerchiati Marco Giampaolo ha commentato questo particolare momento in conferenza stampa: “La sconfitta contro il Bologna ha rallentato fortemente la corsa ad un piazzamento europeo: ci manca sempre quell’uno per fare trentuno e quell’uno va colmato con il lavoro e la programmazione. La sconfitta di domenica scorsa non deve intaccare la mentalità della squadra: ci può stare la rabbia, il dispiacere ma non devono venire meno gli stimoli. Se affrontassimo le ultime cinque sfide in infradito, vorrebbe dire che non abbiamo margini di crescita“.

MIGLIORAMENTO “Queste ultime partite che rimangono da qui al termine del campionato contengono parte di quell’uno che ci è mancato fino a questo momento e determineranno quanto è consistente quel quid a cui dobbiamo ambire per fare il salto di qualità. Noi dobbiamo capire se ci sono margini per migliorare e, se questi margini ci sono, come lavorare per continuare a crescere. Se capissi che dobbiamo rassegnarci a stare in una forbice tra l’ottavo e il dodicesimo posto non andrebbe bene perché vorrebbe dire che non ci sarebbero possibilità di crescita. La squadra deve raschiare il fondo del barile e dare tutto per mantenere alto il valore della prestazione: lo deve a sé stessa per quello ha fatto in questa stagione. Non è questione di carattere o attributi. Per colmare quel gap bisogna fare un salto di qualità su tutti i fronti e queste cinque partite mi chiariranno meglio le idee sul quello che si potrà fare in futuro”.

LAZIO “Mi aspetto un avversario molto forte, che ha valori importanti e mi aspetto possa arrivare tra le prime quattro e che da anni ormai lavora in un certo modo. Per domani i calciatori sono tutti convocati, tranne Andersen che è indisponibile. Per la formazione sono in alto mare perché ho molti dubbi: cercherò di mettere insieme quei calciatori che meglio si completano per provare ad ottenere il massimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy