Uefa, qualificazione alle Coppe Europee in base ai meriti sportivi

Uefa, qualificazione alle Coppe Europee in base ai meriti sportivi

La Uefa ha stabilito che se i campionati dovessero terminare prematuramente, sarebbero le singole federazioni a scegliere le squadre.

di Redazione ITASportPress

Giovedì 23 aprile il Comitato Esecutivo della Uefa si è riunito per discutere alcune importanti questioni legate al futuro del calcio europeo. Dopo aver confermato lo sblocco dei fondi ai club e lo spostamento del campionato europeo femminile, l’organo guidato da Ceferin ha dato novità importanti riguardo la qualificazione dei club alle Coppe Europee.

MERITI SPORTIVI – Secondo quanto dichiarato nel comunicato, la Uefa consiglia fortemente di completare i massimi campionati nazionali. Tutto però dipenderà dall’evoluzione del virus. A Nyon intanto la Uefa ha approvato le linee guida per quanto riguarda la qualificazione in Europa dei club: “Se una competizione nazionale viene prematuramente interrotta per motivi legittimi in conformità con le condizioni di cui sopra, la UEFA richiederebbe alla Federazione Nazionale interessata di scegliere le squadre per le competizioni UEFA per club 2020/21 in base al merito sportivo nelle competizioni nazionali 2019/20.

PRINCIPI OBIETTIVI – “La procedura per la scelta dei club dovrebbe basarsi su principi obiettivi, trasparenti e non discriminatori. Le Federazioni nazionali e le leghe dovrebbero altrimenti avere la possibilità di decidere le posizioni finali nelle loro competizioni nazionali, tenendo conto delle circostanze specifiche di ciascuna competizione. La determinazione finale dei posti idonei per le competizioni UEFA per club dovrà essere confermata dagli organi competenti a livello nazionale. La UEFA si riserva il diritto di rifiutare o valutare l’ammissione di qualsiasi club proposto da una federazione nazionale da una competizione nazionale anticipatamente interrotta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy