Vialli racconta: “Fisicamente sto bene, ma ho ancora paura”

Vialli racconta: “Fisicamente sto bene, ma ho ancora paura”

L’ex centravanti della Juventus ha parlato della sua malattia.

di Redazione ITASportPress
Vialli Sampdoria

Gianluca Vialli ha vinto sicuramente la partita più importante della sua carriera. L’ex attaccante di Juventus e Sampdoria tra le altre ha sconfitto il tumore al pancreas, uno dei più aggressivi e letali. Un calvario che Vialli sembra essersi messo alle spalle: “Fisicamente mi sento bene, ma non saprai mai se è finita fino a quando non saranno trascorsi alcuni anni senza problemi. Il cancro è un viaggio con un compagno che non vuoi”. Queste alcune delle sue parole al The Times.

Fragile

vialli
Vialli (getty images)

Durante la sua intervista, Vialli ha raccontato quali sono le sue sensazioni ora: “Ci vorrà molto tempo per sbarazzarsi di quella sensazione, ogni volta che ti svegli o vai a dormire con un po’ di mal di pancia o mal di testa o un po’ di temperatura alta, pensando “Oh mio Dio, è tornato”. Sei fragile. Non ho mai pensato che essendo un calciatore ero invincibile, sapevo di essere umano. Nessuno vuole qualcosa del genere, ma quando succede, devi vederla come un’opportunità per conoscerti meglio”

Ripresa del campionato

Vialli
Vialli (Getty Images)

Interrogato sulla ripresa del campionato, Vialli ha risposto: “Mi manca essere sull’autobus, pompare musica, abbracciare i giocatori prima della partita, l’inno nazionale, la gioia dopo. Mi mancava il calcio e non mi rendevo conto di quanto. Quello che direi ai giocatori ora è che in questo momento puoi conoscerti meglio che puoi. Giocare a porte chiuse? Potrebbe essere una nuova sfida da guardare con curiosità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy