ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

LE PAROLE

Weah: “Ibra è una leggenda e fa bene a continuare. Il razzismo è ancora negli stadi”

Weah: “Ibra è una leggenda e fa bene a continuare. Il razzismo è ancora negli stadi”

Le parole dell'ex attaccante rossonero

Redazione ITASportPress

George Weah, ex attaccante del Milan, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di calciomercato.com. L'ex rossonero ha toccato vari argomenti tra cui Maldini, Ibrahimovic e il tema del razzismo negli stadi. Queste le sue parole:

MALDINI E IBRA - "Ho sentito qualche volta Maldini, ci scambiamo spesso dei messaggi. E’ contento, ottimista, mi ha parlato di alcuni giocatori come Leao e Theo Hernandez, ma non li conosco così bene per esprimere giudizi personali. Paolo è un milanista dentro, uno che può fare solo il bene del club. E capisce molto di calcio. Ibra è una leggenda, ha passione, se l’allenatore gli dà fiducia fa bene a continuare. Del resto io ho giocato con Pietro Vierchowod, che è stato in campo oltre i 40 anni e anche Paolo è arrivato a quell’età. Ritiro? Quello deve saperlo lui, anch’io avrei voluto continuare, ma a 36 anni non ce la facevo più, troppi malanni, arriva a un certo punto che non puoi più allenarti, quando invece dovresti allenarti di più dei giovani. E così mi sono fermato".

RAZZISMO - "Lo so, purtroppo il razzismo è ancora negli stadi, perché è ancora nella vostra società. L’africano, il nero, il diverso è visto in Europa ancora con diffidenza da troppa gente e i politici spesso coltivano questa diffidenza".

 

tutte le notizie di