CASO CATANIA, il Foggia ha chiesto la B

di Redazione ITASportPress

Il Brescia vuole il posto del Parma in Serie B ma adesso dopo il caso Catania potrebbe anche rischiare il coinvolgimento nell’inchiesta della procura federale. Intanto secondo quanto raccolto da Itasportpress.it, il Foggia ha chiesto di essere ripescato in B al posto delle squadre coinvolte nel caso Catania.

Intanto resta il nodo iscrizioni: in Lega Pro (ex serie C) tremano almeno una decina di società. E’ una corsa contro il tempo: il 17 luglio il consiglio federale comunicherà le squadre ammesse alla prossima stagione. Il Monza, fallito, è fuori. In gravi difficoltà Venezia (con una proprietà russa…), Barletta e Real Vicenza, mentre sembrano a rischio anche Grosseto (che farà il presidente Camilli?), Ischia, Martina, Varese, Savona, Pisa, Torres.

Poi, i ripescaggi: e qui, un altro problema. Molte società non hanno i soldi nemmeno per la fidejussione. C’è il rischio di gironi “monchi”. Ricordiamo che dalla prossima stagione è previsto il blocco dei ripescaggi: è stato votato nell’ultimo consiglio federale, con il no di Lega Pro, calciatori e allenatori. Ma forse 60 società per l’ex serie C sono ancora troppe (anni fa erano addiriritura 90): Lotito vorrebbe due gironi da 18, Abodi una Lega unica fra la sua B e la Pro. Di sicuro, qualcosa bisognerà fare: fra scandali e crisi economica, è tutto un mondo in piena crisi. Che così non riesce più a risollevarsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy