ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Il futuro

Catania, terza asta e forse campionato salvo

Catania, terza asta e forse campionato salvo - immagine 1

Nuova asta la terza per il Catania

Redazione ITASportPress

Catania trema ma non è ancora finita: dopo che l'ultima asta fallimentare dello scorso 4 marzo è andata deserta, il Tribunale etneo ha fissato una terza asta per la cessione del ramo di azienda sportivo del fallito Calcio Catania s.p.a. dove per partecipare bisognerà inviare una PEC entro le ore 14 del 15 marzo 2022. Va rimarcato che proprio lunedì scorso è stata fissata la continuazione dell'esercizio provvisorio fino al 17 marzo.

TERZA ASTA — I curatori fallimentari stanno seguendo una direzione ben precisa. Questa terza occasione per acquisire la società etnea dopo che prime due non hanno destato interesse ne è la conferma. E pensare che il prezzo, la seconda volta, era più che appetibile, 500 mila euro e non un milione. Più voci sulla mancanza di interesse per il Catania e c'è chi riferisce che il vero problema è legato al debito sportivo, però sceso enormemente dai 54 milioni precedenti a circa 3 milioni, ma evidentemente non ancora sufficiente a stimolare eventuali compratori. Altri addetti ai lavori hanno puntato l'indice su altri aspetti del bando che riassumiamo in quattro punti:

A) Non è prevista nessuna ipotesi- malaugurata- di retrocessione. Nel caso l’investimento si trasformerebbe in una perdita clamorosa.

B) I crediti Lega, compresi diritti TV, non ancora incassati rimangono alla curatela.

C) Vi è una “obbligatorietà” di confermare tutti i contratti, anche negli importi, del personale-non sportivo- dipendente.

D) Non vi è nessun accenno alla possibilità di utilizzo del Centro Sportivo. Neppure quantificato un importo per gli allenamenti sino a fine stagione in corso. 

Catania, terza asta e forse campionato salvo- immagine 2

MANCINI NON DA SOLO - L’imprenditore Benedetto Mancini è uscito già allo scoperto annunciando di voler presentare una manifestazione di interesse dopo i pasticci telematici. Ma adesso alla terza asta sarà presente visto che ha già inviato la cauzione di 125 mila euro e quasi sicuramente potrebbe non essere il solo. In passato è successo che le occasioni più ghiotte sono sempre anche nelle aste successive alle prime due. 

L'ATTESA - Ora non resta che attendere la terza asta e soprattutto gli investitori, quelli giusti però, alcuni dei quali hanno mostrato interesse nei confronti della società rossazzurra alcuni mesi fa. Speriamo arrivino offerte concrete da investitori qualificati e di livello in grado di riportare il club dove merita. Il Catania in tempesta è la conseguenza di una cattivissima gestione della Sigi che, a detta di molti, potrebbe tornare in gioco supportando l’iniziativa dell’ex presidente del Latina che non è gradito da molti tifosi che addirittura hanno espresso sui social il desiderio che sarebbe meglio ripartire dalla Serie D piuttosto che avere un nuovo Catania che profuma di vecchio e con un Mancini dal passato calcistico nebuloso. Naturalmente con la terza asta (e chissà che non ve ne sia anche una quarta come successe per altri club falliti) respira anche mister Francesco Baldini che avrebbe la possibilità di arrivare con la sua battagliera squadra fino alla fine del campionato. Tutto con la benedizione anche della Lega Pro che eviterebbe di dover rifare la classifica. La speranza di tutti i tifosi etnei adesso è che vi siano più realtà interessate al Catania nella imminente terza asta.

 

tutte le notizie di