Lega Pro, Gravina a ISP: “Fatti di Taranto di assoluta gravità, ma niente stop dei campionati”

Le parole del presidente della Lega Pro ai microfoni di ItaSportPress

di Redazione ITASportPress
Gravina

Violenza inaudita a Taranto contro calciatori e staff tecnico. Un manipolo di facinorosi ha attaccato la squadra pugliese all’esterno dello stadio Iacovone con mazze e coltelli. Dura la presa di posizione della società rossoblu. Anche l’AIC ha condannato l’episodio che giunge dopo una preoccupante escalation di avvenimenti (da Ancona fino a Catanzaro) ipotizzando anche la sospensione del campionato. Ai microfoni di ItaSportPress.it interviene il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina: “I fatti di Taranto sono di un’assoluta gravità, non c’è nessuna giustificazione per quanto è avvenuto. Si è dentro a una spirale molto preoccupante e credo che la risposta dovrà essere abbastanza forte. Blocco del campionato? No, non credo che possa esserci questa possibilità. Non possiamo far pagare alle altre la colpa di alcuni pseudo-tifosi. Un’ipotesi che tendo a escludere, piuttosto credo che ci voglia maggiore responsabilità da parte delle società, della stampa e della Lega stessa. Evitare di caricare di troppi significati le singole gare che devono ridursi solo a un mero episodio calcistico. Dispiace davvero per quello che è accaduto e mi auguro di non dover ritornare su fatti del genere anche in futuro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy