ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie C

Potenza lamenta torti a Catania e chiede scuse dall’arbitro. Pubblicata foto

Potenza lamenta torti a Catania e chiede scuse dall’arbitro. Pubblicata foto

Furiosa la dirigenza lucana dopo la direzione di gara dell'arbitro che ha diretto il match con il Catania

Agatino Santapaola

Il Potenza a fine gara dopo il ko contro il Catania per 2-1 ha attaccato l'arbitro Ricci che ha diretto il match dei lucani al Massimino. Questo il comunicato della Società letto dal responsabile dell'ufficio stampa nello spogliatoio dell'impianto catanese: "Il Potenza Calcio è in silenzio stampa perché non si riesce a commentare un arbitraggio che, secondo la società, e ai limiti del decente. L'arbitro di oggi secondo il Potenza ha fortemente condizionato il risultato e ne è dimostrazione il netto fuorigioco di oltre 2 metri in occasione della rete del vantaggio del Catania giunta al quarantasettesimo. La società è incredula per l’arbitraggio subito e non è il primo torto dall’inizio dell’anno e siamo stati sempre in silenzio ma non riusciamo a subire passivamente torti di questo genere c’è un limite alla decenza e al decoro. Oggi è andata in onda una brutta pagina di sport che non dà il buon esempio ai ragazzi; non si può dare un rigore come quello che abbiamo detto poc’anzi al quarantasettesimo, con un fuorigioco netto, a ciò si aggiungono 8 ammonizioni contro il Potenza Calcio, il 95% di punizioni in favore del Catania che è contro ogni statistica e ci ricorda il precedente della partita dello scorso anno contro la Virtus Francavilla dove ci furono due espulsi, oltre a un giocatore e alcuni tra cui l’allenatore Somma e il presidente Caiata. Precisiamo che non c’è niente contro il Catania che ha giocato la sua partita sul campo e ha meritato la vittoria però un arbitraggio del genere è un arbitraggio che il Potenza Calcio non riesce a tollerare. Crediamo nella buona fede degli arbitri ma ci aspettiamo delle scuse perché la situazione sta diventando imbarazzante".

Rincara la dose il DG Flammia"È arrivato il momento di di farci sentire. Oggi praticamente al quarantottesimo del del primo tempo l’arbitro, su un fuorigioco di circa 2 m con palla presa da Marconi, tant’è vero che la palla dal nostro portiere Marconi è arrivata quasi a metà quasi a metà campo e addirittura nessuno dei giocatori del Catania è andato lì a protestare per il penalty. Siamo increduli anche perché quest’arbitro già lo scorso anno ci ha danneggiato a Francavilla con un calcio di rigore contro e con l’espulsione di Zampa del mister Somma, del presidente. Altra cosa negativa 8 ammonizioni che andando a vedere le statistiche nelle gare precedenti la nostra media ammonizione è di 1, 2 ammonizioni 8 ammonizione non credo che eravamo in guerra con il Catania. Siamo stufi di ricevere torti arbitrali e ora aspettiamo le scuse perché tutti possono sbagliare ma ognuno deve prendersi le proprie responsabilità".

A corredo dell'intervista la società ha postato un fermo immagine del fuorigioco al momento del lancio che ha portato, poi al presunto fallo da rigore di Marcone.

tutte le notizie di