Serie C, blackout a 25′ dalla fine di Eleven Sport e adesso cosa farà Ghirelli?

Il massimo rappresentante della terza lega professionistica aveva avvisato di aver preso provvedimenti seri in caso di nuovi disservizi

di Redazione ITASportPress
Ghirelli presidente Lega Pro

I disservizi tv della prima giornata di Serie C dell’emittente Eleven Sport si sono ripetuti anche oggi negli ultimi 25′ delle partite di Serie C della quarta giornata. Blackout e match oscurati sul più bello con la piattaforma streaming “crashata”. Il sito è tornato operativo per le ore 16.44 quando le partite erano quasi finite. Ma anche per le partite del pomeriggio altri disservizi. Naturalmente una marea di proteste con tanti utenti inferociti nei confronti della piattaforma che detiene in esclusiva i diritti per trasmettere la terza serie. Il broadcaster della C tornerà a scusarsi magari addebitando i problemi a un partner esterno e offrendo diverse soluzioni per compensare gli abbonati, a quanto pare, però, il credito a disposizione sta finendo. Da capire invece cosa farà Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, che in un’intervista dopo il primo blackout disse: “Le spiegazioni mi stanno benissimo: può succedere, anche se non dovrebbe. I rimborsi vanno bene. Però un altro blackout sarebbe insostenibile e porterebbe a una scelta drastica. Siamo senza pubblico: nella scorsa stagione abbiamo aperto gli abbonamenti per questo motivo. Passare da tutto in bianco a tutto in nero non sarebbe accettabile. Io l’ho vissuta malissimo”.

ULTIM’ORA – Risponde Ghirelli dopo la giornata di oggi caratterizzata da un nuovo blackout nella trasmissione delle partite da parte di Eleven Sports, licenziataria del canale tv di Lega Pro. Un grave inconveniente tecnico che ha generato profondo malessere tra gli utenti. “Ci siamo attivati immediatamente per avere urgenti e precise risposte anche per il futuro, da parte di Lega Pro l’irritazione è altissima e non ci limiteremo a chiedere semplici spiegazioni” afferma il presidente della Serie C, Francesco Ghirelli. “Questo episodio mi costringe a chiedere umilmente scusa ai nostri tifosi, faremo tutto ciò che è in nostro potere per consentire di continuare a seguire la propria squadra del cuore. L’impossibilità di far accedere il pubblico allo stadio ci carica di una responsabilità ancora maggiore: assicurare la visione delle partite senza alcuna difficoltà di trasmissione” conclude Ghirelli.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy