Olimpiadi, proteste nel Villaggio per mancanza Pokemon Go

Olimpiadi, proteste nel Villaggio per mancanza Pokemon Go

La febbre che sta contagiando il mondo, non ha ancora fatto presa in Brasile dove questa applicazione non è ancora disponibile

di Redazione ITASportPress

Mentre dopo le polemiche i primi australiani tornano nel Villaggio col sindaco di Rio che consegna simbolicamente le chiavi al capo missione Chiller («sarà la mia seconda squadra» dice Paes), nella struttura è spuntata fuori un’altra grana: è impossibile giocare a Pokemon Go nei momenti liberi da riposo e allenamenti. La febbre che sta contagiando il mondo, non ha ancora fatto presa in Brasile dove questa applicazione non è ancora disponibile. Così non è possibile distrarsi in questo modo, e molti atleti olimpici, abituati a farlo nei rispettivi Paesi, se ne lamentano. Infine, le camere degli hotle a 3 stelle aumentate del 167% ma è previsto il tutto esaurito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy