BARCELLONA SUL TETTO D’EUROPA. JUVE SCONFITTA CON ONORE (3-1) VIDEO&TWEET

di Redazione ITASportPress

Il Barcellona è campione d’Europa per la quinta volta nella sua storia. All’Olympiastadion di Berlino, i catalani vincono 3-1 contro la Juventus al termine di un match vibrante e incerto fino all’ultimo. I blaugrana passano in vantaggio al 4′ con Rakitic, subiscono il pareggio di Morata al 55′, ma trovano il goal del 2-1 con Suarez lestissimo nell’avventarsi sulla respinta di Buffon e anticipare l’intervento disperato di Evra. Poi al 96′ arriva il goal di Neymar che chiude la gara.

Per la Juventus si tratta della quarta finale di Champions consecutiva persa (dopo le gare perse con Borussia Dortmund, Real Madrid e Milan). Il Barcellona, dopo il 2009, conquista per la seconda volta il triplete (conquista della Liga, della Coppa del Re e della Champions League). Ancora una volta doppietta spagnola nelle competizione europee con la vittoria del Siviglia in  Europa League e dei catalani in Champions League.

Soltanto in altre sette occasioni una squadra è riuscita a centrare il tris in una stagione. Il Barcellona è l’unica squadra ad esserci riuscita in due occasioni, visto che gia’ nella stagione 2008-09 gli azulgrana vinsero tre competizioni. Queste le squadre che hanno centrato il “triplete”: Celtic (1967), Ajax (1972), PSV Eindhoven (1988), Manchester United (1999), Barcellona (2009), Inter (2010) e Bayern Monaco (2013).

CRONACA DELLA GARA

La Juventus gioca col 4-3-1-2 con Buffon in porta, linea difensiva formata da Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli ed Evra. Pirlo in mezzo con Marchisio e Pogba ai lati, Vidal trequartista con Tevez e Morata di punta.

Il Barcellona in campo col 4-3-3. il portiere sarà il tedesco Ter Stegen, in difesa ci saranno Dani Alves, Piqué, Mascherano e Jordi Alba. A centrocampo giocheranno Rakitić, Iniesta e Busquets. In attacco Messi, Suárez e Neymar

Pressing altissimo della Juventus che recupera palla nella metà campo blaugrana e prova a sorprendere Ter Stegen con Tévez che calcia alto sopra la traversa. Primo affondo dei blaugrana che passano subito, Jordi Alba serve Neymar sulla sinistra dell’area, il brasiliano serve il taglio in area di Iniesta, perso nell’occasione da Vidal, perfetto l’assist dello spagnolo per Rakitic che deposita in rete con un piatto sinistro da centro area.

La Juventus prova subito a reagire. Al 7′ Morata si libera sulla destra, palla all’arretrato Vidal, dal limite non inquadra la porta. Un minuto dopo il Barcellona risponde con Neymar. I bianconeri soffrono in zona centrale, pregevole triangolo tra Messi e Neymar, il brasiliano dal limite dell’area calcia di poco alto. I catalani gestiscono l’incontro e non alzano i ritmi. Al 13′ Messi in profondità per Neymar, il brasiliano non ci arriva per un soffio. Un minuto dopo Barcellona vicino al 2-0: Messi che serve Daniel Alves al centro dell’area il destro piazzato del terzino sembra già in rete, ma Buffon riesce a parare con un colpo di reni sulla propria sinistra. La Juventus è in difficoltà. Al 17′ Rakitic trova benissimo Jordi Alba perso da Tévez in area, il sinistro del terzino finisce di poco alto. A poco a poco i bianconeri riescono a risalire la corrente complice anche l’atteggiamento “tranquillo” dei catalani.

Al 24′ Morata trova lo spazio per la conclusione a giro di sinistro, la mira non è precisa. Al 28′  Evra libera malissimo l’area di testa servendo sui piedi Neymar, il brasiliano rientra sul destro, ma Buffon non si fa sorprendere. Poco prima del riposo, altra fiammata del Barcellona: al 39′ grande occasione per Suarez, che va a prendersi la sfera sulla trequarti e dal limite dell’area prova un destro che sfiora il secondo palo difeso da Buffon. Poco prima dell’intervallo, Buffon sbaglia il rinvio, ne approfitta Neymar, il cross è leggermente alto per un solissimo Suarez.

Si riparte senza cambi, ma con il Barcellona deciso a chiudere il match. Al 48′ Rakitic allarga per Suarez, bravissimo Buffon alla deviazione sul primo palo. Due minuti più tardi altra azione fantastica degli spagnoli, con Messi che chiude un doppio triangolo prima con Neymar, poi con Suàrez che lo libera sulla sinistra dell’area, ma il tiro del numero 10 finisce di poco a lato sul primo palo. Nel momento peggiore dei bianconeri, ecco il lampo: al 56′ Lichtsteiner trova il varco giusto sulla destra, cross basso per Tevez, il tiro dell’Apache viene respinto da Ter Stegen, Morata è prontissimo nel tap-in vincente. Pareggio all’Olympiastadion. La partita diventa bellissima con le due squadre che si affrontano a viso aperto e contropiede da entrambe le parti. Al 63′ Morata, Marchisio e Tevez dialogano, la conclusione dal limite dell’Apache sorvola la traversa di poco. Due minuti dopo, Pogba di prima intenzione dai 20 metri, Ter Stegen blocca con sicurezza. 

Al 68′ Messi semina il panico, Buffon non trattiene il tiro della Pulce e Suarez può mettere in rete a porta vuota. Il Barcellona potrebbe perfino triplicare: cross di Jordi Alba a servire Neymar tutto solo in area il brasiliano la deve solo appoggiare in rete, ma il suo colpo di testa finisce proprio sul suo polso e poi in rete. Il gol viene annullato. Luis Enrique concede gli ultimi minuti con la maglia del Barca a Xavi, dalla prossima stagione in Qatar, Allegri manda in campo Pereyra al posto di Vidal. Al 81′ occasione per Piquè, che viene liberato da Rakitic con un tocco delizioso in area, ma sull’uscita di Buffon spara alto sopra la traversa. Minuti finali palpitanti e al 96′ arriva anche il tris di Neymar che chiude l’incontro. Il cielo è blaugrana sopra Berlino.

JUVENTUS-BARCELLONA 1-3

MARCATORI: 4′ Rakitic, 54′ Morata, 68′ Suarez, 96′ Neymar

JUVENTUS (4-3-1-2): 1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 33 Evra (dal 89′ Coman), 8 Marchisio, 21 Pirlo, 6 Pogba, 23 Vidal (dal 79′ Pereyra), 10 Tevez, 9 Morata (dal 84′ Llorente). A disp.:30 Storari, 5 Ogbonna, 20 Padoin, 27 Sturaro. All.: Allegri. 

BARCELLONA (4-3-3): 1 Ter Stegen, 22 Dani Alves, 3 Piquè, 14 Mascherano, 18 Jordi Alba, 4 Rakitic (dal 91′ Mathieu), 5 Busquets, 8 Iniesta (dal 76′ Xavi), 10 Messi, 9 Suarez (dal 95′ Pedro), 11 Neymar. A disp.:13 Bravo, 15 Bartra, 12 Rafinha, 7 Pedro. All. Luis Enrique.

ARBITRO: Cakir (TUR)

AMMONITI: Vidal, Pogba, Suarez

LE STATISTICHE DEL MATCH

CRONACA DELL’EVENTO

96′ GOOOOL NEYMAR!!! La Juventus era completamente nell’area del Barcellona e sul contropiede con il solo Marchisio a difendere Pedro serve Neymar tutto solo in area, stavolta il brasiliano realizza con il sinistro rasoterra.

95′ CAMBIO BARCELLONA: entra Pedro, esce Suarez

93′ Conclusione centrale di Tevez, para Ter Stegen

91′ CAMBIO BARCELLONA: entra Mathieu, esce Rakitic

89′ Marchisio ci prova dalla distanza, Ter Stegen devìa in calcio d’angolo.

89′ CAMBIO JUVENTUS: entra Coman, esce Evra

Minuti finali a Berlino. La Juventus tenta l’assalto finale

84′ CAMBIO JUVENTUS: entra Llorente, esce Morata

81′ Che occasione per Piquè, che viene liberato da Rakitic con un tocco delizioso in area, ma sull’uscita di Buffon spara alto sopra la traversa.

78′ CAMBIO JUVENTUS: entra Pereyra, esce Vidal

77′ Angolo sul secondo palo di Pirlo che trova Pogba, il francese svetta più alto di tutti ma da pochi passi spedisce poco sopra la traversa.

76′ CAMBIO BARCELLONA: entra Xavi, esce Iniesta

75′ Brividi per il Barcellona sul corner di Pirlo, Ter Stegen sbaglia l’uscita e per poco non favorisce Evra.

72′ Cross di Jordi Alba a servire Neymar tutto solo in area il brasiliano la deve solo appoggiare in rete, ma il suo colpo di testa finisce proprio sul suo polso e poi in rete. Il gol viene annullato.

69′ Ammonito Suarez

68′ GOOOL BARCELLONA!!!! SUAREZ!!! Veloce contropiede blaugrana con Messi che porta la sfera fino al limite dell’area e prova il diagonale di sinistro, stavolta Buffon non trattiene bene e sulla respinta è implacabile il Pistolero a deviare in rete.

67′ Pogba e Dani Alves si tengono in area, per l’arbitro non c’è rigore.

Il Barcellona sembra aver subito il colpo dopo il pareggio bianconero.

64′ Conclusione dalla distanza di Pogba: para Ter Stegen

Il ritmo si è notevolmente alzato, ma ora c’è più equilibrio.

62′ Juventus, sulle ali dell’entusiasmo, sfiora il raddoppio. Tevez gira a rete, palla alta sopra la traversa.

La Juventus è riuscita a colpire forse nel momento migliore del Barça

54′ GOOOL JUVENTUS!!!! MORATA!!! Tutto nasce da un geniale colpo di tacco di Marchisio a centrocampo, il tocco libera Lichtsteiner sulla destra dell’area, sul cross basso dello svizzero Tévez riesce con il corpo a far scorrere la sfera sul sinistro, il suo tiro a botta sicura viene parato da Ter Stegen, ma sulla sfera si avventa Morata che da due passi realizza a porta vuota.

50′ MSN si scatena e il Barcellona sfiora il raddoppio: azione fantastica degli spagnoli, con Messi che chiude un doppio triangolo prima con Neymar, poi con Suàrez che lo libera sulla sinistra dell’area, ma il tiro del numero 10 finisce di poco a lato sul primo palo.

48′ Rakitic allarga per Suarez, bravissimo Buffon alla deviazione sul primo palo.

Nessun cambio nell’intervallo, in campo gli stessi uomini del primo tempo.

46′ Si riparte

SECONDO TEMPO

Le statistiche, come riporta Uefa.com, vedono il Barcellona primeggiare nel possesso palla (63%), blaugrana superiori anche nelle conclusioni con 8 tiri contro le 5 dei bianconeri. Parità, invece, nel computo degli angoli 3 per parte, mentre la Juventus è stata più fallosa con i 14 falli contro i soli 4 dei catalani.

FINE PRIMO TEMPO

44′ Buffon sbaglia il rinvio, ne approfitta Neymar, il cross è leggermente alto per un solisssimo Suarez.

44′ Conclusione dalla distanza di Marchisio: para facile Ter Stegen

41′ Ammonito Pogba

40′ Ancora un errore difensivo della Juve, Suarez impegna Buffon nella deviazione in corner.

39′ Grande occasione per Suarez, che va a prendersi la sfera sulla trequarti e dal limite dell’area prova un destro che sfiora il secondo palo difeso da Buffon.

36′ La Juve si lamenta per un contatto al limite dell’area tra Pogba e Jordi Alba, per Cakir non c’è nulla.

35′ Cross di Vidal, Piquè concede il calcio d’angolo.

28′ Evra libera malissimo l’area di testa servendo sui piedi Neymar, il brasiliano rientra sul destro, ma Buffon non si fa sorprendere

24′ Morata trova lo spazio per la conclusione a giro di sinistro, la mira non è precisa.

Barcellona fino ad ora superiore nel ritmo e nella qualità. La Juventus, però, sembra sia riuscita a placare la sfuriata dei catalani, facendosi vedere anche in avanti. Allegri aveva preparato la gara optando per un pressing altissimo da parte dei suoi giocatori, ma il goal di Rakitic ha rovinato i piani degli italiani

19′ Pogba crossa in mezzo verso Tevez, Mascherano si rifugia in corner.

17′ Rakitic trova benissimo Jordi Alba perso da Tévez in area, il sinistro del terzino finisce di poco alto.

Un nervoso Vidal commette ancora un fallo su Dani Alves, il cileno deve calmarsi se non lasciare i compagni in inferiorità numerica.

13′ Barcellona pericolosissimo!!! Messi che serve Daniel Alves al centro dell’area il destro piazzato del terzino sembra già in rete, ma Buffon riesce a parare con un colpo di reni sulla propria sinistra.

13′ Messi in profondità per Neymar, il brasiliano non ci arriva per un soffio.

12′ Un rimpallo favorisce Suarez, bravo Barzagli a fermarlo.

10′ Ammonito Vidal

8′ Il Barcellona risponde con Neymar. I bianconeri soffrono in zona centrale, pregevole triangolo tra Messi e Neymar, il brasiliano dal limite dell’area calcia di poco alto..

7′ Juventus sfiora il pareggio. Morata si libera sulla destra, palla all’arretrato Vidal, dal limite non inquadra la porta.

6′ Vidal commette fallo su Iniesta. Cakir non esce il cartellino giallo, ma richiama solo verbalmente il giocatore.

4′ GOOL BARCELLONA!!! RAKITIC! Neymar imbecca Iniesta, assist sotto misura per l’inserimento di Rakitic, sinistro imparabile per Buffon

1′ Tevez subito pericoloso. Conclusione da fuori area dell’argentino, palla alta sulla traversa.

Juventus molto aggressiva, Mascherano in difficoltà

1′ Si parte! La Juventus batte il calcio d’inizio

PRIMO TEMPO

20.47 Suggestiva cerimonia con inno della Champions che suona prima del match

20.43 Squadre in campo

20.41 Altra immagine da Berlino

20.34 Al via la cerimonia

20.30 Tra poco la cerimonia della finale

20.20 Da giocatore, Luis Enrique è stato eliminato due volte dalla Juventus ai quarti di Champions League: con il Barcellona nel 2002/03 e il Real Madrid nel 1995/96. Da allenatore della Roma nel 2011/12, Luis Enrique ha affrontato la Juventus tre volte. In Serie A ha pareggiato 1-1 in casa (gol di Giorgio Chiellini per i bianconeri) e perso 4-0 in trasferta (gol di Arturo Vidal (2), Pirlo e Claudio Marchisio), mentre ai quarti di Coppa Italia ha perso 3-0 a Torino. Nella stessa stagione, Luis Enrique ha perso anche entrambe le sfide contro il Milan di Allegri, 3-2 in casa e 2-1 a San Siro.

20.17  La Juventus ha eliminato il Barcellona con un 3-2 complessivo ai quarti DI Champions League 2002/03. Dopo un 1-1 a Torino, Marcelo Zalayeta ha siglato il gol della vittoria bianconera al Camp Nou al 114′ dopo le reti di Pavel NedvÄ›d e Xavi. Luis Enrique, capitano sia all’andata che al ritorno, ha giocato entrambi gli incontri insieme a Xavi. In porta per i Bianconeri c’era Buffon.

La squadra di Allegri è imbattuta da nove gare nel torneo, con cinque partite senza subire gol. Messi ha segnato sette gol nelle ultime cinque partite contro le squadre di Serie A. Da allenatore del Milan (2010–14), Allegri è stato eliminato dal Barcellona in due Champions League consecutive: ai quarti del 2011/12 (1-3 complessivo) e agli ottavi del 2012/13 (2-4 complessivo). 

20.12 Del Piero saluta la curva bianconera

20.10  Nelle 59 precedenti edizioni di finali di Coppa Campioni/Champions League, in 10 casi il titolo è stato assegnato ai rigori: ultima volta nel 2012 a Monaco di Baviera, con il Chelsea vittorioso sui padroni di casa del Bayern. Cinque – invece – le edizioni decise all’over-time, ultima delle quali l’anno scorso, con il Real vittorioso 4-1 sull’Atletico, nel derby di Madrid disputato a Lisbona.

Le due formazioni, infine, sono alla ricerca del famoso “triplete”, impresa già compiuta dal Barça nel 2008/09 e da Celtic (1967), Ajax (1972), PSV Eindhoven (1988), Manchester United (1999), Inter (2010) e Bayern Monaco (2013).

20.06 Per la prima volta la finale della massima competizione europea per club si tiene a Berlino, ottava volta in Germania. L’unica finale giocata in terra tedesca da un club iberico è stata vinta dal Real Madrid (2-0 sullo Stade Reims, nel 1959, a Stoccarda), le due disputate da squadre italiane sono state perdute: 0-1 nel 1993 del Milan a vantaggio dell’Olympique Marsiglia, 1-3 della Juventus – 4 anni dopo – a favore del Borussia Dortmund, in entrambi i casi a Monaco di Baviera. E’ la settima volta che la finale di questo trofeo si gioca tra club spagnoli ed italiani: finora vincono i primi per 4-2; l’ultima è stata Real Madrid-Juventus 1-0 nel 1998, ad Amsterdam.

20.04 La protagonista della serata: la Champions League!

20.03 Juventus in campo per il riscaldamento

20.01 Le due curve già calde

19.57 Ottava finale nella storia anche per la Juventus in Coppa Campioni/Champions League: 2 i titoli vinti, nel 1985 all’Heysel (1-0 sul Liverpool) e nel 1996 a Roma (1-1 dopo i supplementari contro l’Ajax, poi 4-2 bianconero ai rigori). Cinque i k.o. bianconeri, nelle edizioni 1973 (0-1 dall’Ajax, a Belgrado), 1983 (0-1 dall’Amburgo, ad Atene), 1997 (1-3 dal Borussia Dortmund, a Monaco di Baviera), 1998 (0-1 dal Real Madrid, ad Amsterdam) e 2003 (2-3 ai rigori dal Milan, dopo lo 0-0 al 90′ e 120′, a Manchester).

19.56 Tevez vs Mascherano. Otto anni fa compagni al West Ham, ora rivali a Berlino

19.54 Juventus imbattuta in Champions da 9 partite, con score di 6 successi e 3 pareggi: ultimo stop il 22 ottobre scorso, 0-1 ad Atene contro l’Olympiacos. Il Barcellona disputerà la sua ottava finale di Coppa Campioni/Champions League, trofeo vinto 4 volte: nel 1992 per 1-0 dopo i supplementari sulla Sampdoria (a Londra), nel 2006 per 2-1 sull’Arsenal (a Parigi), nel 2009 per 2-0 sul Manchester United (a Roma) e nel 2011 per 3-1, sempre sui “Red Devils” (a Londra). Le tre sconfitte sono arrivate nelle edizioni 1961 (2-3 dal Benfica, a Berna), 1986 (0-2 ai rigori dalla Steaua, dopo lo 0-0 al 90′ e 120′, a Siviglia) e nel 1994 (0-4 dal Milan, ad Atene).

19.50 I precedenti – in gare ufficiali – tra Barcellona e Juventus sono 9: 3 i successi catalani (ultimo 3-1, nella coppa Coppe 1990/91, in terra iberica), 2 i pareggi (ultimo 1-1, nella Champions 2002/03, al Camp Nou), 4 le affermazioni bianconere (ultima 2-1, a Barcellona, dopo i supplementari, nella Champions 2002/03). Tra i due tecnici ci sono 2 precedenti, entrambi vinti da Allegri, alla guida del Milan, contro la Roma targata Luis Enrique, nella serie A 2011/12: 3-2 rossonero all’Olimpico, 2-1 a San Siro. Nella Champions 2014/15 Barcellona senza mezze misure: in bilancio 10 successi catalani e 2 sconfitte, con blaugrana sempre a segno, per un totale di 28 marcature.

19.49 Gli schieramenti tattici delle due squadre

19.48 La scheda dell’arbitro

Cuneyt Cakir, turco, nato il 23 novembre 1976, arbitro internazionale dal 2006, primo arbitro di questo paese a dirigere una finale di Coppa Campioni/Champions League. Tre i precedenti con il Barcellona, finora imbattuto: bilancio di 1 successo (2-0 a Lisbona sul Benfica nella Champions 2012/13) e 2 pareggi (1-1 a casa del Rubin Kazan nella Champions 2010/11 e 2-2 in casa, contro il Chelsea, nella Champions 2011/12). In assoluto sono 14 gli incroci tra Cakir e club spagnoli nelle coppe, con score – a loro favore – di 7 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. Anche la Juventus vanta 3 incroci con Cakir: score di 2 successi bianconeri (2-1 a Graz sullo Sturm nell’Europa League 2010/11 e 3-0 in casa sul Chelsea nella Champions 2012/13) ed 1 sconfitta (1-2 a Lisbona, dal Benfica, nell’Europa League 2013/14). In assoluto i precedenti tra Cakir e squadre italiane nelle coppe sono 15, con bilancio di 5 successi, 2 pareggi ed 8 sconfitte. Cakir è alla sua seconda grande finale internazionale: nel 2012 diresse la finale del Mondiale per club, vinta 1-0 dal Corinthians a spese del Chelsea, allenato da Rafa Benitez.

19.46 Così Fabio Capello, allenatore del Milan campione d’Europa nel 1994: “Nelle finali di Champions League le chance sono sempre sul 50 e 50. La Juventus ha il vantaggio di essere una squadra molto forte in difesa, anche se [Andrea] Barzagli non è in forma. Il Barcellona ha più qualità e sulla carta è favorito, ma deve stare attento ai contropiede della Juventus”.

19.45 Messi ha segnato 77 reti in 23 città, ma mai a Berlino…

19.44 Chiellini, assente per infortunio, manda un “In bocca al lupo” ai compagni di squadra

19.41 Formazione della Juventus confermata. Sarà 4-3-1-2: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Marchisio, Pirlo, Vidal, Pogba; Tevez, Morata

19.40 Per la finale sono attesi 400 milioni di telespettatori in 200 paesi. L’Olympiastadion sarà gremito da 70.500 tifosi. Ci saranno oltre 2.500 accreditati per tv, radio, quotidiani e media vari: 1.800 inviati dalle reti televisive, 500 della stampa scritta, 200 tra fotografi e tecnici. Un esercito di 480 persone – escluse le attività commerciali – sarà al lavoro per conto dell’Uefa e dell’organizzazione. 

19.35 Il pronostico di Joachim Löw, ct della Germania: “Credo che vincerà il Barcellona. La Juve è un’ottima squadra, tenace, con una buona tradizione contro il Barça. Però recentemente ho visto i catalani giocare due volte e credo che finiranno con l’avere la meglio”.

19.33 Sono otto i giocatori che hanno giocato in carriera sia con la Juventus sia con il Barcellona: Martín Cáceres, Thierry Henry, Michael Laudrup, Lilian Thuram, Gianluca Zambrotta, Edgar Davids, Juan Pablo Sorín e Zlatan Ibrahimović.

19.32 L’Olympiastadion di Berlino è uno stadio che porta fortuna all’Italia. Qui si vinse l’oro ai Giochi Olimpici del 1936 e il Mondiale di calcio nel 2006

19.31 La lunga scalata verso la gloria

19.30 La concentrazione di Allegri

19.27 A confronto le migliori difese d’Europa

19.24 Immagini dallo spogliatoio della Juventus

19.22 Numeri a confronto tra Juventus e Barcellona

19.20 L’albo d’oro della Champions League. Il Real Madrid domina con 10 successi.

19.16 Con dieci reti, Lionel Messi è primo nella classifica cannonieri della Champions League di quest’anno a pari merito con Cristiano Ronaldo. Un altro gol questa sera vedrebbe il numero 10 del Barça incoronato come miglior cannoniere per la quinta volta, un record. Inoltre, avrebbe segnato in tutte le tre finali giocate. 

19.15 Il Barcellona è arrivato allo stadio

19.14  Per la Juventus, la difesa, il talento di Andrea Pirlo, il ruolo di sfavorita, l’esperienza di Gianluigi Buffon, oltre a Carlos Tévez. Per il Barcellona: la forma del trio d’attacco, il record di Messi nelle finali (20 gil in 23 finali nella sua carriera), l’abilità nel possesso palla, l’approccio di Luis Enrique. 

19.12 Immagini dallo spogliatoio del Barcellona

19.08 Ecco le coreografie delle due tifoserie

19.06 Folla ai cancelli all’Olympiastadion. Caldissimo a Berlino con più di 30 gradi e alto tasso di umidità

19.03 25 anni di finali italiane in Champions League

19.00 Gentili lettrici e lettori di ItaSportPress.it benvenuti alla diretta scritta di Juventus-Barcellona, finale della Champions League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy