JUVENTUS, la qualità  va alzata… magari con la cresta di Hamsik

di Redazione ITASportPress

In casa Juventus, dopo la partenza ormai assodata di Tevez e la permanenza di Pirlo tutt’altro che certa, c’è bisogno di un giocatore che alzi il tasso qualitativo di una squadra che senza i suoi due leader tecnici perde molto a livello di inventiva e fantasia. Così, la dirigenza bianconera si sta muovendo per regalare ad Allegri l’uomo dall’ultimo passaggio, colui che possa far saltare il banco e che possa far mandare in tilt le difese avversarie giocando tra le linee.

PRIORITA’ AL TREQUARTISTA – Dalla stagione da poco conclusa si evince che il modulo tattico di riferimento è il 4-3-1-2, con il 3-5-2 messo in preallarme per gestire gli ultimi minuti di partita coprendo meglio il campo e contenendo gli assalti finali degli avversari. Al momento nella rosa bianconera sono due i giocatori che possono agire in quella zona del campo: Pereyra, riserva di lusso che quando è stato chiamato in causa ha fatto bene ma che non è un ipotetico titolare nella Juventus del futuro, e Vidal. Il cileno, impegnato al momento in Coppa America e molto rinomato anche per vicende che nulla hanno a che fare col campo, ha dimostrato che il ruolo del trequartista non è il suo preferito, infatti l’ex Bayer Leverkusen dà il meglio di sé da mezz’ala, dove non solo è un incubo per i centrocampisti avversari, costretti a guardarsi le spalle per via del suo pressing forsennato, ma riesce anche a essere più letale sotto porta, visti i suoi inserimenti puntuali senza palla (paradossalmente, infatti, segna di più quando parte qualche metro indietro). Così, il trequartista è diventata una necessità, quasi un problema da risolvere al più presto prima dell’inizio del raduno estivo.

IL PREMIO “OSCAR” SI ALLONTANA – La prima scelta di Allegri è Oscar, trequartista del Chelsea che con Mourinho però ha trovato poco spazio. Il manager dei campioni d’Inghilterra, però, non ha alcuna intenzione di rinforzare facilmente una diretta avversaria in Champions League, così ha chiesto solo cash per il brasiliano, che la Juventus conosce bene dopo la strepitosa doppietta rifilata a Buffon in una gara di Champions League del settembre 2012 a Stamford Bridge. Il talento del carioca non discute, ma gli uomini mercato bianconeri, dopo i 50 milioni già spesi per arrivare a Dybala e Mandzukic, non vogliono certo continuare a investire cifre esorbitanti.

UNO SGUARDO A NAPOLI – Così, Marotta e Paratici stanno esaminando alcune alternative e, tra queste, è sbucato anche il nome di Marek Hamsik. Al Napoli è stato spesso e volentieri escluso dalla formazione titolare da Rafa Benitez, che a turno gli ha preferito in quella zona del campo i vari de Guzman, Mertens, Gabbiadini. Il capitano dei partenopei, il cui valore di mercato è notevolmente diminuito, potrebbe quindi essere una pista da percorrere, anche se un suo approdo a Vinovo manderebbe in rivolta il capoluogo campano, in attesa di capire cosa ne voglia fare Sarri, che ha comunque chiesto alla società Saponara, un motivo in più per salutare il Vesuvio. Di sicuro, c’è il gradimento del tecnico livornese, che già ai tempi del Milan aveva chiesto espressamente a Berlusconi di acquistarlo, tant’è vero che il patron rossonero aveva già avviato una trattativa con il presidente azzurro De Laurentiis. Insomma, la ricerca al trequartista continua imperterrita, e la cresta dello slovacco alzerebbe, e non poco, la qualità di una rosa che anno dopo anno continua a dominare sui campi di tutta Italia e non solo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy