Accardi: “Icardi, ci ha perso anche l’Inter. Higuain sposta gli equilibri”

Accardi: “Icardi, ci ha perso anche l’Inter. Higuain sposta gli equilibri”

Le parole dell’agente di mercato

di Redazione ITASportPress

Dopo i botti estivi è giunto il momento di tracciare un bilancio del calciomercato. L’agente di mercato Beppe Accardi ha espresso il suo parere ai microfoni di Tuttomercatoweb: “Su Icardi chi ha vinto lo vedremo a fine anno. A oggi hanno perso tutti: l’argentino si è svalutato, anche come capitale per la società. Ed è andato solo in prestito, come avevo pronosticato a inizio sessione. Sapevo che nessuno si sarebbe preso l’argentino dentro casa. Se a fine anno, le sue condizioni e quelle del suo entourage saranno tornate alla normalità, senza fare troppo gossip, sicuramente il PSG farà valere l’opzione. Icardi a 70 milioni sarebbe un affare. Altrimenti, se non faranno una vita tranquilla, prenderanno il pacco e lo rimanderanno indietro. Se torna vuol dire che avrà fallito e i problemi si ripresenteranno in egual misura- Senza dubbio il colpo più importante è stato Lukaku, perché per fisicità, cattiveria e qualità potrà sfondare nel calcio italiano. Come quando è arrivato Higuain a Napoli: è uno che sposta. Lo vedi e già ti viene paura. Fa reparto da solo, è un giocatore difficile da marcare”.

JUVENTUS – “Sinceramente no. Sappiamo quale sia il suo valore da allenatore, ma bisognerà vedere se Sarri riuscirà a calarsi nella mentalità della Juventus e conoscendolo non sarà facile. È un toscano fumantino, anche se bisogna riconoscere che negli ultimi anni è sceso a compromessi, penso all’uso della giacca. Higuain? È il suo giocatore ideale, gli va tutta la vita meglio di Icardi, che non gioca per la squadra ma solo per il gol. E poi se Sarri lo mette fuori, in virtù del loro rapporto, non si lamenterà mai: e chi fa parte della Juventus deve sapere che rischia la panchina. Higuain non tradirà mai Sarri”.

NAPOLI – “Gran mercato anche in entrata. Hanno preso giocatori ideali per il gioco di Ancelotti e giovani di prospettiva. Si è rinforzato con una logica di gioco diversa da quella di Sarri. A fine campionato sarà lì in cima, a giocarsi il campionato con Juventus e Inter”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy