ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie A

Adani: “Inter favorita per il titolo di campione d’inverno”

(Getty Images)

L'analisi dell'ex calciatore oggi opinionista Rai

Redazione ITASportPress

Lele Adani alla Gazzetta dello Sport ha analizzato la corsa al titolo d’inverno che si concluderà mercoledì 22 dicembre e in prospettiva anche chi ha più chance di vincere il campionato. L'opinionista della Rai inizia dal Milan.

MILAN - «Hanno perso una occasione, ma conosce la propria direzione: i passi falsi esistono, gli avversari anche, e oggi non è così scontato battere le “medie” che ti sanno mettere in difficoltà. Un k.o. può essere accettabile, non lo sarebbe un cambio di rotta, ma il Milan non tradirà il percorso che ha fatto. Un po’ la stanchezza incide».

INTER - «L’Inter sembrerebbe favorita. Per come ci è arrivata lì davanti, cioè con la capacità di tenere anche quando non batteva le altre grandi: non si è mai scomposta, contro il Napoli ha rischiato di andare a -10 e invece ha ribaltato risultato e classifica e in due settimane ha livellato la classifica al vertice. Quindi per calendario, consapevolezza, qualità del gioco e forza della rosa direi Inter».

NAPOLI - «Mi piace e rimane una candidata, perché anche nel momento di difficoltà mi è piaciuta contro Sassuolo e Atalanta. Perde Osimhen, che era una furia, ma ritrova Mertens e qualitativamente forse gioca anche meglio. Per qualità della rosa e mentalità dell’allenatore rimarrà là davanti: può non arrivare davanti a dicembre, ma può arrivare davanti a giugno».

ATALANTA - «La Dea è la squadra che nel quinquennio ha più divertito e ora non si accontenta più di battere le grandi e fare qualche record. Non se lo fa più bastare e prova a spingere, giustamente. E in questa corsa si sottovaluta l’assenza di Gosens, che era la terza bocca di fuoco della squadra. Con Muriel non ancora al 100% e Ilicic a corrente alternata, pensate il margine di crescita che ha ancora. E poi l’Atalanta-scudetto è il sogno del calcio».

SCUDETTO - «Ora l’Inter, perché gioca un calcio vario e di interpretazione, che ha arricchito la solidità dell’anno scorso. In modo diverso mi piacciono anche il Milan, l’Atalanta che gioca un calcio di ritmo e intensità con qualche rischio messo in preventivo, e il Napoli un po’ spagnolo, con un calcio di natura palleggiata, dominante, di pazienza e accelerazione improvvisa. Modi diversi di giocare, con l’Inter meglio delle altre: il gol di Dzeko alla Roma è il più bello per costruzione collettiva visto finora».

 Adani (Adani Instagram)

 

 

tutte le notizie di