ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

FISCHIETTO

Arbitro Doveri: “Felice del VAR ma non possiamo andare a vedere ‘televisione’ sempre”

Doveri (getty images)

Il pensiero del direttore di gara sull'utilizzo del VAR

Redazione ITASportPress

Dopo aver ricevuto il Premio Maestrelli a Montecatini Terme, Daniele Doveri, arbitro italiano ed internazionale, ha avuto modo di parlare ai media presenti all'evento sul modus operandi dei fischietti anche a proposito degli interventi del VAR.

RAPPORTO - "Il messaggio più chiaro che posso mandare è che tutti e 51 gli arbitri di Serie A sono felicissimi di avere un supporto tecnologico come quello della Var perché una volta che l’errore è stato fatto, meglio correggerlo subito piuttosto che non poterlo correggere", ha esordito Doveri. "Da parte nostra non c’è ostracismo ma l’utilizzo che è vincolato ad un protocollo che non si applica in Italia in un modo e da altre parti in un altro ma è un protocollo internazionale che limita gli interventi agli errori chiari ed evidenti".

VAR - "Uso Var da riformare? Dipende da quello che vogliamo, nel senso che se pensiamo ad un calcio con mille interruzioni, con un arbitro che deve andare a vedere se un calcio d’angolo è giusto o se un fallo laterale ci sia o non ci sia, o se la punizione dal limite da cui è nato il gol va verificata, pensiamo ad uno sport che forse è diverso da quello a cui siamo abituati". E ancora: "Bisogna capire che noi siamo felici di utilizzare la Var ma non possiamo andare per ogni situazione dubbia a guardare la televisione, perché comunque, nell’ottica del legislatore, è più importante garantire la fluidità del gioco piuttosto che inserire mille interruzioni".

 Doveri (getty images)
tutte le notizie di