Atalanta, è morto a 21 anni Willy Braciano Ta Bi campione d’Italia con la Primavera

Il calciatore si è spento a causa di una grave malattia

di Redazione ITASportPress

Lutto nel mondo del calcio per la morte del 21enne Willy Braciano Ta Bi, ex calciatore dell’Atalanta che ha indossato anche la maglia del Pescara. Il giovane calciatore è deceduto dopo una lunga malattia, un tumore che lo aveva aggredito al fegato e reso vano ogni tentativo di cura. Nemmeno l’aiuto di alcuni membri della Federazione ivoriana, che si erano attivati per raccogliere fondi e aiutarlo a sostenere le spese, è servito per aiutarlo. L’ex campione d’Italia con la Primavera nerazzurra nel 2019, nei mesi scorsi aveva chiuso il proprio rapporto con la società orobica per fare ritorno in patria, in Costa d’Avorio. Lì, nel suo Paese, ha trascorso gli ultimi giorni, vittima di un male incurabile ne ha spezzato la vita e la carriera.

Cordoglio e dolore espresso dall’Atalanta sui canali ufficiali: Partecipiamo con profonda commozione al dolore dei familiari per la prematura scomparsa di Willy Braciano Ta Bi. Campione d’Italia Primavera nel 2019, ha visto il suo sogno interrompersi troppo presto… Ciao Willy, riposa in pace.

 

 

(Getty Images) 

Con la maglia nerazzurra aveva mostrato il suo talento tanto che veniva definito il nuovo Kessie. Ta Bi disputò 9 match e segnando 3 gol con la Primavera (1 al Napoli, 2 all’Empoli). In semifinale del campionato di categoria contro il Toro partecipò alla battaglia durata 120 minuti e poi vinta ai calci di rigore dall’Atalanta. In finale sollevò il trofeo assieme ai compagni di squadra grazie al successo (1-0) contro l’Inter.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy