Atalanta, Gasperini: “0-7 al Toro inaspettato, col Genoa match insidioso”

Atalanta, Gasperini: “0-7 al Toro inaspettato, col Genoa match insidioso”

Le parole del tecnico dei bergamaschi in conferenza stampa

di Redazione ITASportPress

L’Atalanta vuole continuare il suo momento magico dopo l’incredibile 7-0 rifilato al Torino. Il tecnico dei nerazzurri Gian Piero Gasperini commenta in conferenza stampa l’avvicinamento al match contro il Genoa: “La sconfitta con la SPAL è stata pesante, speriamo che la reazione avuta col Torino duri di più. Domani affronteremo una squadra in cerca di punti, dal momento che si trova in fondo alla classifica. Per questo è un match che vale di più. Può essere una partita con gli stessi pericoli, dobbiamo evitare di ripetere quella prestazione. La vittoria di Torino ci ha rimesso in una posizione buona di classifica. Siamo in una fase di ritorno, dove le aumentano le difficoltà nel recuperare certi errori. Sono partite che non vanno sbagliate”.

FORMAZIONE – “Ilicic? Sta bene, ha recuperato. Ha avuto solamente un piccolo problema di affaticamento, poi si è allenato regolarmente. Castagne ha recuperato, si è allenato bene e rientra tra i convocati”.

GESTIONE – “Il 7-0 al Torino è stato un risultato atipico, inaspettato per tutti. Non è che vai a giocare a Torino e pensi di fare ciò. Era importante reagire per dare segnali importanti. Il risultato? Capitano una volta in 2-3 campionati. Ne abbiamo lasciate diverse di queste partite, i tempi si riducono e le possibilità di sbagliare sono sempre meno”.

MERCATO -“Il mercato valutatelo voi”.

NICOLA – “Ci siamo conosciuti tempo fa. Lui ha fatto un’impresa a Crotone a cui sono affezionato. A me ha colpito la sua storia in ricordo di suo figlio, è stato un momento naturale”.

PANCHINA D’ORO – “È un premio che viene assegnato dagli allenatori, se mi verrà assegnato sarò contento. Sicuramente è un premio ambito, è un appuntamento in cui ci si ritrova una volta all’anno tutti insieme. Rimane una valutazione qualificata”.

CONFRONTO – “Rispetto all’andata, noi siamo rimasti scottati dall’esperienza con la SPAL, mentre loro vivono un momento più burrascoso. Però è una buona squadra, ha fatto un’ottima gara anche a Firenze. Genoa non è mai una piazza semplice, pesa un po’ di più. È un momento decisivo per certi aspetti, dove tutti danno di più. Anche per noi è arrivato un momento in cui dobbiamo spingere con più continuità. Dobbiamo capire che questo è il momento in cui bisogna mettere le basi. Se vinciamo domani possiamo superare i 40 punti, il presidente sarà contento (ride, ndr)”.

MASIELLO – “A noi gli ex fanno sempre male. Lo ringrazio, è stato un simbolo della nostra Atalanta. Ci sono tante partite in cui ci sono immagini di lui in situazioni determinante. Ha superato tutti i test, di credibilità e di amore. Ha 34 anni, spero che possa avere maggiore continuità. A Genova l’ho già avuto, va in una piazza in cui abbiamo ottenuto un bel risultato. So che andrà a stare bene, gli auguro che possa dare un contributo fondamentale”.

SCUDETTO -“Lo ha detto Ilicic? Beh a fine partita gli manca un po’ di ossigeno (ride, ndr). Sembra, ma alla fine è un simpaticone. Siamo in una posizione che dobbiamo mantenere, il nostro scudetto sarebbe ritornare di nuovo in Champions. Noi ci crediamo, daremo tutto per raggiungere i nostri obiettivi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy