Atalanta, Gasperini: “Il Sassuolo somiglia a noi ma siamo pronti al nuovo tour de force”

Domani la Dea contro la squadra emiliana e Gasperini ha presentato il match

di Redazione ITASportPress
Gasperini

Un mese di gennaio pieno di impegni per l’Atalanta che il tecnico Gasperini deve fare i conti con il mercato e il caso spinoso di Gomez. Il Papu si è allenato stamattina con la Primavera e non sarà convocato per il match di domani con il Sassuolo. Gasperini in sala stampa ha aperto subito parlando del 18enne Amad Diallo e glissando sull’ex capitano della Dea: “E’ chiaro che è del Manchester United (acquistato il 5 ottobre, ndr), ma potrebbe restare qualche mese ancora qui da noi. Mi piace molto, ha solo 18 anni. A me piacerebbe che restasse fino a giugno, ovviamente dipende dal suo club. Maehle è appena arrivato, a mercato ancora da iniziare: significa che c’è la convinzione che questo giocatore possa essere utile per la squadra, diversamente dai casi che capitano magari all’ultimo giorno delle trattative. E’ già un bel biglietto da visita – riporta Sport.Sky.it -. Qualcuno, se ha la possibilità di andare a giocare, è giusto che sia così. Col danese in più c’è esubero sulle fasce: le esigenze vanno accontentate e in questo senso in uscita bisogna chiudere il prima possibile, cosi’ possiamo concentrarci sul campionato visto anche anche a gennaio si gioca ogni tre giorni”.

Arthur Melo, Juventus, Rusland Malinovskyi, Atalanta (Getty Images)

SASSUOLO –  Il campionato dell’Atalanta riparte ospitando i neroverdi: “A Bologna la squadra c’è stata, difficilmente nel calcio italiano c’è una simile differenza di prestazione: non siamo riusciti a chiudere e ci siamo fatti raggiungere – chiude Gasperini -. Si riparte dal Sassuolo, la più simile a noi in mezzo alle squadre metropolitane, con cui abbiamo una striscia molto positiva: questa settimana è stata molto utile per tutti, ci siamo allenati bene e siamo pronti a un nuovo tour de force, con la Coppa Italia e il recupero di Udine in mezzo. C’è la Champions League da fine febbraio: ci sono obiettivi da aggredire e conquistare, le pile sono molto cariche”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy