Atalanta, Gasperini: “Lazio rilanciata da quel rigore, Immobile si è tuffato! E sul secondo…”

Atalanta, Gasperini: “Lazio rilanciata da quel rigore, Immobile si è tuffato! E sul secondo…”

Le parole del tecnico nerazzurro dopo il 3-3 all’Olimpico

di Redazione ITASportPress

Pareggio veramente incredibile fra Lazio e Atalanta all’Olimpico nella prima partita dell’ottava giornata di Serie A. I nerazzurri erano scappati sul triplo vantaggio, ma si sono fatti rimontare clamorosamente nell’ultimo quarto di gara. Ecco le parole del tecnico della Dea Gian Piero Gasperini a Sky Sport: “La squadra ha fatto una prestazione notevole, la Lazio è stata rilanciata in qualche modo… ed è normale che poi ci sarebbe stata una reazione. Quell’episodio del primo rigore ha cambiato tutto, al minimo tocco di Palomino Immobile è caduto e il 2-3 ha riaperto la partita. È stata però una grande Atalanta, però appunto qualcosa ha fatto cambiare tutto, altrimenti avremmo dominato anche la ripresa. Abbiamo fatto bene anche quando eravamo sul 2-3”.

E ancora, su quel rigore: “Episodio molto grave, Immobile stava facendo una passeggiata ed è andato in terra. Si è tuffato, ma ormai sui rigori, ripeto, non si capisce più niente… Non scherziamo, questa che roba è? Ridicola, fa un tuffo dopo un passo, si è sentito toccare ed è caduto. Gli episodi contano tantissimo e noi abbiamo perso una Coppa Italia per questo motivo. Poi se vogliamo parlare di calcio, Atalanta grandissima, non c’è dubbio”.

E sul secondo rigore ci sono altri dubbi: “Non è rigore neanche quello! Immobile ha fatto un passo mettendo la gamba davanti a quella di De Roon. Continuiamo a complicare il calcio, che è un gioco in realtà molto semplice”.

Sugli obiettivi: “Le prestazioni confortano, da tempo siamo nei piani alti della classifica. Vogliamo semplicemente esprimerci al massimo ogni volta, lo facciamo ma poi veniamo penalizzati e rimaniamo amareggiati. Qui non è furbizia, subiamo certi episodi e non c’è nulla da fare… Dispiace, tre punti oggi ci stavano tutti, non abbiamo particolari stress. Adesso andiamo a Manchester a misurarci, vogliamo migliorarci e crescere continuamente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy