Atalanta, il sindaco di Bergamo chiede la cittadinanza onoraria per Gasperini

Il tecnico si è dimostrato onorato per la proposta avanzata da Giorgio Gori

di Redazione ITASportPress
Gasperini

Un rapporto molto stretto quello fra l’Atalanta e mister Gian Piero Gasperini, divenuto indissolubile per la qualificazione storica alla Champions League da parte dei nerazzurri. La città di Bergamo non dimenticherà mai questi momenti, per questo il sindaco della città Giorgio Gori ha proposto la cittadinanza onoraria per il tecnico della Dea. Lo ha chiesto nel suo primo consiglio comunale dopo la rielezione per il traguardo straordinario, ma anche per la professionalità, per la sensibilità tattica e per l’organizzazione di gioco che gli vengono riconosciuti da colleghi e giornalisti.

LE PAROLE DEL SINDACO – “Sono felice che la giunta abbia accolto con entusiasmo la proposta – ha detto Gori -. I traguardi raggiunti da Gasperini vanno oltre la dimensione sportiva e tratteggiano un modello che vale a mio avviso anche per la nostra città, ossia la squadra di provincia che si misura con le grandi d’Europa. E ho apprezzato molto la sua decisione di rimanere a Bergamo: credo che qui si trovi davvero bene in tutti i sensi. La cittadinanza onoraria va a suggellare questo legame, anche affettivo, creatosi fra Bergamo e l’allenatore”. 

LE PAROLE DEL GASP – L’Atalanta ha poi riportato le parole in merito di Gian Piero Gasperini sul proprio sito ufficiale, naturalmente contento: “Sono onorato della proposta avanzata dal Sindaco Giorgio Gori. Essere candidato a ricevere la cittadinanza onoraria di Bergamo non è solo una cosa straordinaria, ma anche un grande orgoglio. L’Atalanta, Bergamo ed i bergamaschi sono tra loro imprescindibili, orgogliosi gli uni degli altri con un senso di appartenenza incredibile: anche per questo i traguardi che abbiamo raggiunto sono stati eccezionali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy