Atalanta, Kjaer: “Un sogno tornare in Italia. Mi hanno chiamato mentre ero in macchina e…”

Atalanta, Kjaer: “Un sogno tornare in Italia. Mi hanno chiamato mentre ero in macchina e…”

“Champions? Le partite europee sono sempre speciali. Il Manchester City è sicuramente la favorita del gruppo”

di Redazione ITASportPress

“L’Atalanta? Questa era esattamente quell’opportunità unica che poteva farmi lasciare il Siviglia”, parola di Simon Kjaer. Il difensore danese, intervistato da Goal, ha parlato del suo improvviso trasferimento dalla Liga alla Serie A, campionato e Paese nel quale sognava di tornare.

Arrivato nelle ultime ore del calciomercato dopo l’addio di Skrtel, il classe ’89 si è detto entusiasta dell’occasione avuta e desideroso di fare bene con la maglia dell’Atalanta.

OPERAZIONE – “Ho saputo dell’interesse dell’Atalanta sabato mattina, in macchina con la mia famiglia, e poi tutto è accaduto molto rapidamente. Questa era esattamente quell’opportunità unica che poteva farmi lasciare il Siviglia. L’Atalanta è un club ben organizzato, gioca un calcio molto bello. Nella scorsa stagione ha segnato più di tutti in Serie A. Mi sento pronto per questa sfida, dopo aver disputato la stagione migliore della mia carriera, a partire dai Mondiali. Personalmente è un’opportunità fantastica per me”. “Al Siviglia è stata un’estate turbolenta. Lopetegui è venuto da me dicendomi che voleva tenermi e utilizzarmi e quindi, ovviamente, mi aspettavo di rimanere a Siviglia, che è un grande club. Ero pronto a cogliere l’occasione. Sono sicuro che l’allenatore avrebbe mantenuto la sua parola, ma poi è apparsa improvvisamente l’Atalanta”.

RITORNO – Dopo aver militato in diverse squadre di Serie A, per Kjaer si tratta di un bellissimo ritorno: “È un sogno per me tornare in Italia, e non sto esagerando. Questo è il paese dove tutto è iniziato per me, a Palermo. Qualche anno dopo sono andato alla Roma in prestito annuale dal Wolfsburg e ho sempre detto al mio agente, Mikkel Beck, che un giorno mi sarebbe piaciuto tornare in Italia. Adoro il Paese: la cultura, le persone, il cibo, il calcio che è un ottimo mix di passione tattica. Mia moglie ed io abbiamo persino scelto di sposarci in Italia: questo ti fa capire tutto”.

CHAMPIONSKjaer arriva all’Atalanta nell’anno della Champions. Un traguardo importante da affrontare nel migliore dei modi: “Le partite europee sono sempre speciali, così come lo è affrontare le inglesi. Il Manchester City è sicuramente la favorita del gruppo, ma vediamo cosa potremo fare. È sempre una grande gioia nel calcio potersi misurare con i migliori al mondo. Non importa se è col tuo club o con la tua nazionale. Non vedo l’ora di affrontare questa sfida, ma anche di tornare in Serie A”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy