Benevento, Inzaghi si sfoga: “Troppo pessimismo intorno a noi, ad oggi saremmo salvi”

L’allenatore del Benevento alla vigilia della sfida con la Fiorentina: “Non si respira un bel clima, ad oggi saremmo salvi”

di Redazione ITASportPress

Il Benevento è voglioso di ripartire dopo un periodo piuttosto complicato risultati alla mano. Inzaghi, nonostante tutto, continua a vedere il bicchiere mezzo pieno e attacca: “Vi state concentrando molto su questa settimana che, a me, preoccupa per un altro aspetto: non tanto per gli impegni ravvicinati dei nostri Nazionali, quanto per il clima che si respira attorno al Benevento – tuona il tecnico delle Streghe – . Ad oggi saremmo salvi, invece sembra quasi che siamo retrocessi. Tornando alla domanda, non posso che ripetere quanto ho detto prima: ci sono 24 ore di tempo a disposizione, alcuni calciatori possono fare la differenza anche entrando in corso d’opera”. Domani il Benevento sarà la cavia della Fiorentina 2.0 di Cesare Prandelli che proverà a ridare entusiasmo alla piazza gigliata: “Mi dispiace per Iachini e, allo stesso tempo, quando c’è un cambio di guida tecnica è inevitabile che ogni calciatore tiri fuori qualcosa in più. La Fiorentina, a prescindere da tutto, è una squadra di grandissima qualità che va affrontata con rispetto e attenzione. Ma io penso al Benevento, mi interessa vedere l’atteggiamento giusto a prescindere da quello che sarà il risultato” – spiega Inzaghi in conferenza -. Sul gioco espresso dai suoi ragazzi Inzaghi è chiaro: “Fino alla partita con lo Spezia credo che siamo stati performanti, ci siamo confrontati a testa alta contro ogni avversario e sono molto orgoglioso del lavoro che hanno fatto i miei ragazzi”.

Inzaghi, getty
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy