Benevento, Lucioni: “Come un fulmine a ciel sereno. Farò immediato ricorso”

Sono le parole del difensore del Benevento a Sky Sport dopo che la prima sezione del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia lo ha squalificato per un anno per la positività al clostebol

di Redazione ITASportPress
Lucioni

“In questo momento è come se fosse caduto un filmine a ciel sereno, non avrei mai pensato che dopo l’assunzione delle colpe da parte del medico mi venisse dato un anno di squalifica, perché non siamo andati con l’idea di prenderci gioco della commissione antidoping ma con l’intento di dire la verità. Purtroppo evidentemente non è bastato ed ora c’è rammarico”. Sono le parole del difensore del Benevento, Fabio Lucioni a Sky Sport dopo che la prima sezione del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia lo ha squalificato per un anno per la positività al clostebol. Quattro anni invece al medico sociale Walter Giorgione.

“Mi era stata data la possibilità di giocare queste tre partite e stavo vedendo la luce in fondo al tunnel, purtroppo dovrò aspettare ancora parecchio e dovrò farmi forza. Spero che me la diano questa forza i miei compagni e la mia famiglia”, ha aggiunto un affranto Lucioni, pronto ad andare avanti e fare ricorso. “Ho parlato con il mio avvocato subito dopo la sentenza, ci riconfronteremo domani, aspetteremo quello che scriverà la commissione e prenderemo una decisione, ma sicuramente il ricorso verrà fatto. Io ho fatto tutte le categorie professionistiche, sono arrivato in Serie A a trent’anni, era un sogno che avevo sin da bambino e mi è stato tolto dalle mani, però continueremo a lottare affinché venga ridota questa squalifica, non molleremo e vedremo cosa succederà”, ha aggiunto il capitano del Benevento.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy