ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL MISTER

Bologna, Mihajlovic: “Vorrei finire nella parte sinistra della classifica. Su Donnarumma…”

Bologna Mihajlovic, getty images

Il mister alla vigilia della gara contro la Fiorentina

Redazione ITASportPress

Vigilia di campionato per il Bologna di Sinisa Mihajlovic che domani affronterà la Fiorentina per la 29^ giornata di Serie A. Il tecnico ha presentato il match del Franchi nel consueto appuntamento con la stampa.

Il mister rossoblù ha prima di tutto risposto ad una domanda su quanto accaduto in Champions League a Gianluigi Donnarumma e al Psg. Il portiere, infatti, era stato lanciato in Serie A proprio dal tecnico serbo: "Era fallo su Donnarumma? Non lo so, sono quelle situazioni grigie che vanno interpretate dall'arbitro. Voi siete troppo cattivi con Donnarumma, sia i francesi che gli italiani. Gli fate pagare tutto, lui non ha fatto la scelta giusta, anch'io ho parlato con lui e gli avevo consigliato di rimanere, ma ha scelto così. Se non ci fosse stato Donnarumma l'Italia non avrebbe vinto l'Europeo, è stato protagonista. È un ragazzo equilibrato comunque".

Passando alla sfida del suo Bologna: "Mi aspetto una Fiorentina forte. Hanno speso tanto dopo aver venduto Vlahovic, ma ne hanno comprati tre. Pressano, giocano bene, in velocità.. sono molto forti. L'andata è stata decisa dalle palle inattive, con la punizione e il rigore, ma avevamo giocato bene, come i nostri due gol costruiti da due azioni bellissime. Domani ci aspetta un ambiente ostile e caldo. I ragazzi si sono allenati bene e siamo fiduciosi. Loro ci metteranno sotto ma ci concederanno anche occasioni. È una squadra che crea ma che rischia. Sarà una partita aperta".

Sugli obiettivi del Bologna: "Per cosa sarei contento alla fine della stagione? Di arrivare a sinistra (in classifica ndr), con l'atteggiamento giusto, magari facendo sbocciare qualche giovane. Nelle ultime 3 partite ci siamo rialzati, penso sia stato questo un piccolo momento positivo. Forse si poteva fare di più ma abbiamo affrontato due squadre che rischiano di retrocedere e non è mai facile. Il Torino è stato un avversario ostico, una squadra che ti fa tirare molto poco, una delle top in Europa. Domani si alza un po' la difficoltà, un altro step da affrontare".

 (Getty Images)
tutte le notizie di