Brescia, Corini pronto per l’Inter: “Partita fondamentale. Loro arrabbiati, ma anche noi…”

Brescia, Corini pronto per l’Inter: “Partita fondamentale. Loro arrabbiati, ma anche noi…”

“Siamo stati penalizzati dagli infortuni”

di Redazione ITASportPress

Vigilia di campionato per il Brescia di Eugenio Corini che domani alle 21 sfiderà l’Inter nella 10^ giornata di Serie A. Turno infrasettimanale importante per le Rondinelle chiamate alla riscossa dopo il ko contro il Genoa. Il mister dei bresciani ha presentato la gara contro i nerazzurri. Ecco le sue parole:

DOPO IL KO – “Ci siamo allenati ma i giocatori a disposizione erano pochi. L’allenamento in preparazione della sfida di domani sarà quello di oggi pomeriggio e avremo le idee più chiare. C’è rammarico per l’esito della gara contro il Genoa perché avevamo creato i presupposti anche per vincere. Peccato, ma anche questo ci aiuterà a crescere”.

MOMENTO – “Primo momento difficile? Questo è un campionato complicato per chi lotta per non retrocedere. Abbiamo giocato contro Juventus e Napoli, abbiamo giocato contro la Fiorentina. Siamo stati vicini a vincere a Genova, abbiamo una partita da recuperare. Personalmente ci metto il massimo, sempre. Dobbiamo essere bravi a trovare l’equilibrio giusto per affrontare ogni cosa”. “Come valuto la classifica? Come detto dobbiamo recuperare una gara, quindi la classifica è falsata. Dobbiamo essere equilibrati anche nelle valutazioni ma capisco i tifosi che vogliono guardare al risultato”.

INTER – “Andremo a disputare una gara contro un avversario molto forte. Cosa potrà fare la differenza? L’esperienza può essere un fattore importante in una parita che è fondamentale. Mi aspetto una squadra arrabbiata, vorranno riprendersi i punti persi, ma troveranno una squadra comunque arrabbiata. Ognuno ha il proprio obiettivi, metterò in campo una squadra adeguata per cercare di portare a casa un risultato positivo”, ha detto Corini.

CHI GIOCA – “Balotelli e Donnarumma possono giocare insieme, a prescindere dalle caratteristiche devo valutare globalmente privilegiando alcuni aspetti rispetto ad altri. I più bravi vanno contestualizzati, in base a tanti fattori. Balotelli? Con me gli attaccanti hanno sempre fatto tanti gol. Mi aspetto miglioramenti. Pochi giocatori al mondo spostano gli equilibri, Mario deve contestualizzarsi al nostro modo di vedere il calcio”. E ancora sul reparto avanzato: “Abbiamo creato poco ultimamente? Contro Fiorentina e Genoa, è vero. Ci è mancato qualcosa”. “Penalizzati dagli infortuni? Oggettivamente credo di sì. Due centrali difensivi sono fuori. Dessena è importantissimo sotto molti punti di vista, e la sua assenza sicuramente ci penalizza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy