Bruno Giordano: “Il mio Napoli vinceva grazie a Maradona, ma quello di Sarri ha un gioco bello e corale”

Bruno Giordano: “Il mio Napoli vinceva grazie a Maradona, ma quello di Sarri ha un gioco bello e corale”

Una considerazione che fa riflettere quella fatta dall’ex attaccante azzurro

di Redazione ITASportPress

Due maglie prestigiose per l’ex attaccante Bruno Giordano, che ha giocato con la Lazio e a Napoli. Le sue ex squadre incroceranno i guantoni domani per una sfida molto importante in chiave Scudetto. Giordano ha rilasciato un’intervista al Corriere del Mezzogiorno nella quale presenta il match. Battere la Lazio non sarà facile. Non viene da un buon momento, ma è in piena corsa Champions, che credo sia un obiettivo alla portata della squadra di Inzaghi. Giocare al San Paolo non è facile per nessuno, l’ambiente passionale e caloroso sarà determinante. Per il Napoli si tratta del primo vero scontro diretto del girone di ritorno, bisogna vincerlo per restare in testa al campionato e tenere dietro la Juve. Mi aspetto tanto spettacolo e gol. Il Napoli di Sarri gioca il miglior calcio della serie A, ma la Lazio viene subito dopo in fatto di qualità. Sarà interessante vedere chi l’ha spunterà tra la squadra che segna di più contro quella che subisce meno. Qualche acquisto nella sessione invernale avrebbe fatto sicuramente comodo al Napoli, ma doveva essere un acquisto di qualità e spessore, già pronto per essere utilizzato. Ora occorre che tutto vada per il verso giusto, ma io credo che questo gruppo abbia la forza necessaria e la voglia per arrivare fino in fondo e regalare un nuovo sogno al pubblico napoletano, che merita di gioire dopo tanti anni di attesa. Noi avevamo il giocatore più forte di tutti i tempi attorno a cui fu costruita una squadra competitiva per lottare per lo scudetto. L’arma vincente di questo Napoli è il gruppo e soprattutto il gioco, che ormai non è solo bello da vedere, ma concreto e con certezze”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy