Cagliari, Capozucca: “Han lo abbiamo strappato all’Ajax”

“Un grande grazie a Sandro Stemperini che ce l’ha segnalato, mai meriti definitivi vanno proprio a Giulini che ha concluso l’accordo”

di Redazione ITASportPress

Nei giorni scorsi, il Cagliari ha ufficializzato l’ingaggio del giovane Kwang Song Han, primo giocatore nordcoreano a giocare per un club italiano. Il direttore sportivo rossoblu Stefano Capozucca, intervistato dai microfoni di GianlucaDiMarzio.comha raccontato i retroscena riguardanti il tesseramento del giovane calciatore asiatico:L’idea è nata tramite le conoscenze che mi sono costruito, come tutti, in questo settore. Non essendo più giovanissimo ho rapporti con diversi procuratori, che sono anche amici. Con Alessandro Stemperini ho un legame di vecchia data, di grande amicizia, e qualche mese fa mi ha telefonato per parlarmi di questo ragazzo fortissimo che stava crescendo in un‘accademia di Perugia. Non conoscendolo ho chiesto se era possibile vederlo all’opera ad Asseminello e ne ho parlato anche con Rastelli. Stemperini ci ha dato immediata disponibilità. Han si è allenato due giorni con la Primavera e subito è arrivato un riscontro positivo da parte di Max Canzi: ‘il ragazzo ci sa fare, ha qualità importanti”.

PRIMA SQUADRAPoi Han è passato nella prima squadra e sia Rastelli che i ragazzi sono rimasti subito impressionati. Allora incuriosito sono andato a vederlo anche io. Ha una forza sulle gambe incredibile per un ragazzo della sua età: è decisamente superiore alla media dei ’98. Poi ha rapidità e tecnica ed è molto intelligente calcisticamente parlando. Si muove con un’agilità e una rapidità d’esecuzione notevoli, calcia con entrambi i piedi. Ha veramente qualità importanti. Sicuramente lo vedremo presto in prima squadra, lo abbiamo preso per farlo giocare con i grandi”.

CONCORRENZASapevo che l’aveva messo nel mirino l’Ajax, quindi se non l’avessimo preso noi sarebbe andato a fare un provino con i lanceri. Per fortuna è arrivato prima a Cagliari e parlando con il presidente e Mario Beretta di questo ragazzo abbiamo deciso di non farlo più andare via (ride, ndr). Abbiamo chiesto tutte le varie informazioni necessarie per tesserare il giocatore. Abbiamo capito che c’erano tutte le condizioni per farlo firmare e abbiamo proceduto secondo le regole. Giovane di serie? Non ci sono rischi che altre società ce lo portino via perché firmerà presto un contratto da professionista”.

PARAGONIDato che sta giocando a Cagliari anche io mi schiero con chi dice che assomiglia a Marco Sau. Se riuscisse a ripercorrere la carriera di Marco sarebbe già un grandissimo risultato”. 

PLUSVALENZA – “No, anche perché la politica del presidente Giulini non è prendere un giocatore e fare subito una plusvalenza. Il presidente vuole prendere giocatori per puntarci e rendere sempre più forte il Cagliari. Quindi ungrande grazie a Sandro Stemperini che ce l’ha segnalato, mai meriti definitivi vanno proprio a Giulini che ha concluso l’accordo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy