Cagliari, Di Francesco: “Contro la Juventus con assenze importanti ma andiamo a giocarcela senza paura”

Ai sardi mancheranno Godin e Nandez ma il tecnico è preoccupato per non aver avuto a disposizione i nazionali

di Redazione ITASportPress
Cagliari Di Francesco

Il Cagliari di scena domani sera a Torino contro la Juventus non potrà contare su Diego Godin, positivo al Covid. Non ci sarà nemmeno Nahitan Nandez, out per precauzione. Il tecnico Eusebio Di Francesco guarda però avanti: “Sono due elementi importanti, ma chi scenderà in campo avrà una grande opportunità, potrà dimostrare il suo valore in una partita che tutti vorrebbero giocare. Mi infastidisce solo non aver potuto preparare la gara come avrei voluto, con calciatori impegnati in una serie di partite con le Nazionali, che sono tornati all’ultimo momento o infortunati, come nel caso di Lykogiannis. Difficoltà che vivono tutte le squadre, non solo il Cagliari. I calendari andrebbero programmati in modo diverso. Facciamo di necessità virtù, qualche giocatore dovrà stringere i denti: in quali condizioni saranno, lo dirà il campo”.

LA QUALITÀ DELLA JUVENTUS
“La Juventus ha cambiato allenatore, sta cercando di portare nuove idee e creare una nuova identità. In ogni caso stiamo parlando di una squadra di grandissima qualità, in tutti gli interpreti: tanto per fare un esempio, se non gioca Bonucci, entra De Ligt. In Morata hanno ritrovato un attaccante con verve che trova spesso la via della porta. Al di là dei discorsi sul nuovo corso, i bianconeri restano avversari fortissimi”.

LAVORARE DI SQUADRA
“Contro la Sampdoria siamo stati più equilibrati e abbiamo concesso poco in termini di pericolosità e tiri in porta. Mi premeva garantire maggior copertura perché sapevo che prima o poi il nostro gol sarebbe arrivato. Dobbiamo ragionare di squadra, lavorare con compattezza, oltre gli interpreti. In questi giorni abbiamo cercato di dare determinati concetti, di sicuro non esiste una squadra in Europa che si possa permettere di non fare le due fasi in un certo modo. Per quanto riguarda il modulo da opporre ai bianconeri, vorrei trovare continuità a quel che facciamo, ma non ho ancora deciso quale sistema di gioco adotterò per domani. Sto provando diverse possibilità, magari, come si dice, la notte porterà consiglio.”

CREDERCI SEMPRE
“Andiamo a giocarcela senza paura, come è giusto che sia, con le nostre forze e la nostra qualità. Cercheremo di metterli in difficoltà, non ci sono partite vinte o perse in partenza. Voglio vedere comunque una squadra compatta, agguerrita, che resti corta e lotti su ogni pallone, che non tema di affrontare l’uno contro uno. Questa è la mentalità che ci deve accompagnare in tutte le gare. Ho chiesto ai ragazzi di prepararla bene dal punto di vista psicologico: è bello sognare una giornata importante, dobbiamo crederci sempre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy