Cagliari, Godin: “Atalanta fortissima. Inter? Mi hanno detto cosa pensava Conte…”

Il difensore uruguaiano analizza la prova della squadra

di Redazione ITASportPress

Un gol come i suoi di testa e sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Diego Godin si è presentato così ai suoi nuovi tifosi del Cagliari anche se nulla ha potuto contro una super Atalanta. L’uruguaiano ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Si sapeva che andavamo incontro ad una partita e un avversario di altissimo livello. Hanno dimostrato che stanno molto bene e le loro individualità sono risultate decisive per indirizzare la partita nel primo tempo. Noi, dal canto nostro, abbiamo messo in campo la solita voglia di fare il massimo e credo che si siano viste diverse cose positive in vari momenti della gara. Dobbiamo ripartire da quelle lavorando su tutti gli aspetti del nostro gioco”.

SQUADRA IN MIGLIORAMENTO
“Penso che siamo in crescita. Stiamo lavorando con il mister e lo staff, ogni giorno bisogna fare qualcosa in più per conoscerci reciprocamente e capire dove andare a incidere. Serve un miglioramento a livello collettivo e individuale che solo con il lavoro quotidiano si può raggiungere. Dovremo essere capaci di trovare in fretta la quadra, perché nel calcio sappiamo che il tempo è tiranno”.

L’ESPERIENZA DEL “FARAONE”
“Sono uno dei più esperti, è vero, ma anche io devo migliorare molto. Vengo da settimane di allenamenti praticamente da solo, senza giocare, prima del mio arrivo in Sardegna. Il Cagliari mi ha cercato e voluto, intraprendo questa sfida con grande motivazione e tutti insieme vogliamo toglierci delle soddisfazioni”.

INTER – “Mi hanno detto cosa pensava il mister, quello che voleva e poi ho preso la scelta di venire a Cagliari. Sono contento, sono arrivato con la voglia e con la forza di poter aiutare e crescere dentro questa squadra che può fare cose buone”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy