Cagliari, Maran: “Mano di Cacciatore contro il Lecce? Avessi potuto gliel’avrei tagliata…”

Cagliari, Maran: “Mano di Cacciatore contro il Lecce? Avessi potuto gliel’avrei tagliata…”

Il tecnico dei sardi sull’ultima gara di campionato contro i salentini e la stagione fin qui super

di Redazione ITASportPress

Momento d’oro per il Cagliari di Rolando Maran che vola in classifica dove meritatamente occupa la quarta piazza. A parlare dell’avvio di stagione estremamente positivo è il tecnico dei rossoblù che, intervenuto ai microfoni di Radio DeeJay è tornato anche sul rocambolesco pareggio di Lecce.

A LECCE – Avanti di due gol, i sardi si sono fatti recuperare sul 2-2 complice anche l’espulsione di Cacciatore per una vera e propria “parata” che gli è costata l’espulsione. Sull’episodio, Maran ha commentato: “Il mani di Cacciatore a Lecce? Se potevo tagliargli la mano, l’avrei fatto. Però è un gesto talmente istintivo e onestamente puoi farci poco, l’istinto è difficile da frenare. Cacciatore è il primo ad esser dispiaciuto”.

AVVIO SPRINT – “La stagione del Cagliari? Dobbiamo sempre andare al massimo, con la massima concentrazione altrimenti non possiamo permetterci un campionato ad alti livelli. Anche il pareggio di Lecce potrà servire alla crescita. Rispetto a prima abbiamo una consapevolezza diversa, alcuni di quelli arrivati hanno portato personalità e mentalità. Siamo migliorati da questo punto di vista e per questo affrontiamo le gare con più consapevolezza. Obiettivi? Finché non pensiamo a che risposta dare possiamo andare avanti. Non dobbiamo commettere l’errore di fare calcoli ma allo stesso tempo non vogliamo nasconderci perché abbiamo l’ambizione di fare molto bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy