Cagliari, Oliva si presenta: “Somiglio a Gargano, non ho paura del calcio italiano”

Cagliari, Oliva si presenta: “Somiglio a Gargano, non ho paura del calcio italiano”

Prime parole ufficiali in rossoblù per il centrocampista uruguaiano

di Redazione ITASportPress

È stato presentato in giornata il nuovo centrocampista del Cagliari Christian Oliva. Uruguaiano di 22 anni, arriva in prestito dal Nacional, squadra nella quale è cresciuto e in cui ha debuttato nei professionisti. “Sono principalmente un centrocampista difensivo, ho una buona rapidità e smisto velocemente il pallone, ma posso anche giocare da interno – ha affermato Oliva in fase di introduzione -. Sono molto felice di essere qui, credo di aver scelto bene per proseguire il percorso di crescita. Non ho paura del calcio italiano, più tattico del nostro, spero di ambientarmi rapidamente”.

PARAGONI – Per il nuovo arrivato si sono già sprecato paragoni illustri: “Sono molto simile a Gargano, bravo in fase d’interdizione ma anche nel giocare il pallone. So che gli ex cagliaritani Abeijón e Lopez hanno parlato molto bene di me. Del primo non so se sono più forte, lui è stato grandissimo e ha portato qui la garra charrua”. La trattativa è durata pochissimo: “Non ricordo bene la data, ma era un venerdì quando il mio agente mi a fatto la proposta – ha proseguito Oliva -, e il martedì eravamo già in Sardegna”.

SOGNO CELESTE – Il giovane mediano vestirà la maglia numero 17: “Al Nacional mi ha portato fortuna, spero sia così anche a Cagliari”. Altre curiosità riguardano l’impatto con l’Italia, lo stato di famiglia, il soprannome e… il sogno Nazionale: “Mia sorella da piccola mi ha sempre chiamato Totò e dunque è rimasto. Sono single, ho lasciato la famiglia per intraprendere questo nuovo percorso, con la volontà di dare tutto in rossoblù. Uno dei miei obiettivi è un giorno giocare nella Celeste, ma per ora non ho mai parlato con Tabarez. Adesso penso al Cagliari”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy