Cagni attacca Sarri: “I suoi schemi li faceva l’Olanda 30 anni fa. Si fida di pochi giocatori”

Cagni attacca Sarri: “I suoi schemi li faceva l’Olanda 30 anni fa. Si fida di pochi giocatori”

L’ex allenatore del Brescia: “Giaccherini era un Nazionale prima di venire a Napoli, non poteva giocare contro il Sassuolo?”

di Redazione ITASportPress
Cagni

Dopo dodici giornate di campionato, il Napoli è in testa alla classifica grazie alle dieci vittorie e i due pareggi conquistati. Nell’ultimo match contro il Chievo, gli azzurri hanno accusato un leggero calo fisico derivante dall’impegno di qualche giorno prima in Champions League contro il Manchester City. Gigi Cagni, ex allenatore del Brescia, intervistato dai microfoni di Radio Marte, ha parlato della squadra di Maurizio Sarri e del tecnico stesso: “Gli infortuni di Ghoulam e Milik influiranno sul cammino del Napoli, ma le grandi squadre devono prevedere questi problemi. Quindi serve una rosa adatta. Secondo me Sarri si fida di pochi giocatori e non lo capisco. Gli schemi che fa Sarri li faceva l’Olanda trent’anni fa, basta dire che ci vogliono sei mesi per capire il suo sistema di gioco. Non facciamo diventare il calcio una scienza per pochi, non lo posso accettare. Giaccherini era un Nazionale prima di venire a Napoli, non poteva giocare contro il Sassuolo? Sarri deve prendere qualche rischio in più, altrimenti non si arriva alla fine”.

Chievo-Napoli, Sarri: “Meno brillanti del solito”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy