Camolese: “Gattuso non va esonerato perchè…”

Il milanista rischia dopo il pareggio a Frosinone

di Redazione ITASportPress

Per commentare i risultati della diciottesima giornata, a Radio Sportiva è intervenuto mister Giancarlo Camolese: “Non erano due partite facili per Juventus e Napoli: l’Atalanta è una squadra che sta bene, e per come si era messa la partita, la Juve ha fatto un gran punto con un uomo in meno, dimostrando tutta la sua forza. L’Inter è una grande squadra anche se non ha continuità, quindi per il Napoli ci poteva stare non vincere. L’Inter aveva grandi stimoli, anche con San Siro pieno, era una gara di cartello e secondo me è stata una partita combattuta: gli episodi potevano premiare una o l’altra, poi dispiace quando ci sono questi finali che con il calcio hanno poco a che vedere, ma è giusto sottolineare gli ululati verso Koulibaly che sono assolutamente da condannare. Credo che i giocatori siano abituati a pensare più al campo che alle dichiarazioni: a quei livelli vuoi solo vincere le partite, le parole servono soprattutto a condizionare l’ambiente esterno ma i giocatori sono vaccinati. Tra qualche giorno c’è lo scontro diretto fra Lazio e Torino e secondo me sarà una grande partita: il Toro ha qualche punto in meno per tanti motivi e quindi è una squadra che può fare ancora di più, la Lazio si sta riprendendo anche se ha qualche giocatore non al suo livello, ma la partita di sabato sarà un banco di prova per le ambizioni di entrambe. Al Milan ci sono dei giocatori che stanno rendendo meno delle loro possibilità e l’allenatore influisce fino a un certo punto: Gattuso è riuscito a dare una fisionomia e un carattere alla squadra, che prima del periodo buio aveva aggiustato anche qualche partita difficile, ma per rimanere ai vertici ci vogliono le prestazioni dei grandi giocatori. Il Milan non ha bisogno di cambiare allenatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy