Cassano e la serie su Totti: “Mi è piaciuta, ma al 95% è romanzata”

L’ex fantasista barese racconta il suo punto di vista su “Speravo de morì prima”

di Redazione ITASportPress
Cassano

Uno dei temi salienti degli ultimi giorni è la serie televisiva “Speravo de morì prima”, incentrata sulla carriera di Francesco Totti. I pareri sono discordanti tra loro. Non sembra esserne entusiasta Antonio Cassano.

Cassano, getty images

CRITICHE

FantAntonio ha criticato ai microfoni di Striscia la Notizia la serie televisiva: “La serie mi è piaciuta molto poco: la realtà non supera il 5%, il resto è romanzato. Io vengo fatto passare per un invadente, per qualcuno che non sono: fuori casa sono un pazzo scatenato, lo ammetto, ma a casa di Francesco mi sono sempre comportato bene. Non ho mai sbattuto le porte! Per non parlare dell’attore che fa la mia parte: non sarò bello, ma lui è peggio. L’attore che interpreta Totti non c’entra niente, assomiglia più a Perin (Mattia, portiere del Genoa, ndr) che a Francesco. Il mio rapporto con Totti? I primi 5-6 mesi lui era single e uscivamo dalla mattina fino alla notte. A volte tiravamo la mattina dopo e andavamo direttamente a Trigoria. Poi si è fidanzato e io ho cominciato a fare disastri da solo. Ma avevo 20 anni. Oggi, se tutto va bene, a mezzanotte mi addormento sul divano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy