Castro: “Maran mi ha dato fiducia. Che gruppo straordinario il Catania degli argentini”

A Verona ormai è una certezza Lucas Castro, centrocampista, 28 anni, al Catania dal 2012 al 2015

di Redazione ITASportPress

Gli ex giocatori del Catania spopolano in Serie A. Non c’è solo Alejandro Gomez, ormai diventato un big del campionato. A Verona ormai è una certezza Lucas Castro, centrocampista, 28 anni, al Catania dal 2012 al 2015. Poi il passaggio al Chievo Verona. Domenica scorsa con una doppietta ha steso la Fiorentina. Castro è molto attivo sui social anche grazie alla sua chitarra. Ha dedicato canzoni a Totti e a Maradona: quest’ultimo l’ha ringraziato pubblicamente su Instagram.

A La Gazzetta dello Sport, Castro parla del suo momento in maglia clivense e ricorda l’avventura a Catania:

MARADONA – “Mi sono commosso, mi è venuta la pelle d’oca. Maradona resta un mito per un argentino. Diego arriva da un altro pianeta”.

CHIEVO&CATANIA“Una squadra tosta che gioca semplice e corre tanto. Preferisco fare la mezzala, partire da dietro, arrivare di corsa. Mi adatto: a Catania facevo l’esterno alto nel 433. Stagione migliore? Quella dei 6 gol a Catania e l’anno scorso al Chievo. Catania? Il Catania ha un centro sportivo da top club, il pubblico è più caldo e c’è una sola squadra. Maran L’ho avuto due anni a Catania, mi ha dato fiducia facendomi capire il calcio italiano. Il Catania degli argentini? Papu, Barrientos, Izco, Bergessio: un gruppo straordinario. Al Chievo sono rimasto solo, dopo la partenza di Bizzarri, Spolli, Izco. Peccato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy