Chievo, Pellissier: “Farò il ds. De Rossi? Se avesse avuto un presidente come il mio…”

Chievo, Pellissier: “Farò il ds. De Rossi? Se avesse avuto un presidente come il mio…”

La bandiera del club veneto ha parlato a TuttoMercatoWeb

di Redazione ITASportPress

Rimarrà al Chievo, in seno alla società, Sergio Pellissier, che sabato contro il Frosinone ha giocato la sua ultima partita da calciatore professionista. “Non è facile cambiare lavoro, il presidente per fortuna mi ha sempre sostenuto e dovrei fare il direttore sportivo – ha detto a TMW -. Sarà bello poter insegnare ai ragazzi ciò che ho imparato in questi anni. Il calcio giocato mi mancherà, ma bisogna capire che a volte è meglio smettere che sei competitivo e non perché obbligato. Offerte in carriera? Dopo essermi operato alla caviglia Moratti mi contattò, ma il mio presidente ha sempre rifiutato le proposte che mi riguardavano e questa è una doppia soddisfazione. Moratti disse che fu il suo più grande rammarico non avermi portato all’Inter”.

Sull’addio di De Rossi alla Roma, controverso per le scelte societarie: “Dico che sono stato fortunato ad aver avuto un presidente tifoso che sa bene quanto ho dato al club di riferimento. Non in tutte le società capita che un giocatore smetta perché l’ha deciso lui. I presidenti imprenditori vogliono solo guadagnare e le bandiere non possono esserci. Mi dispiace per lui, se avesse avuto il mio presidente avrebbe chiuso la carriera alla Roma quando voleva lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy