Chievo, Sorrentino: “Tifo Palermo per la salvezza. Io portiere per merito di mio papà”

Chievo, Sorrentino: “Tifo Palermo per la salvezza. Io portiere per merito di mio papà”

Il portiere del Chievo, Stefano Sorrentino ha parlato alla Gazzetta dello Sport alla vigilia del match col Palermo

di Redazione ITASportPress

Il portiere del Chievo, Stefano Sorrentino ha parlato alla Gazzetta dello Sport alla vigilia del match col Palermo: «Quando lasciai il Chievo la prima volta, non mi comportai bene. Non ero nemmeno lucidissimo perché era un momento particolare della mia vita. Io avevo dato tutto e ricevuto tanto, avevo bisogno di cambiare. Dopo un po’ Campedelli capì quello che avevo provato». Cosa resta dei 3 anni e mezzo a Palermo? «Tanti amici e l’amore che la gente mi ha dimostrato in maniera fantastica. Tifo per la salvezza del Palermo e sono contento di ritrovare anche Corini: con lui il rapporto è ottimo». Quanti gol le faceva Dybala in allenamento? «Molti… Paulo è un amico e un fuoriclasse: avrebbe potuto giocare nel Milan degli olandesi, nella Juve di Zidane e Del Piero, nel Barça di adesso». Il Chievo è già salvo. E non è una domanda… «Ahahahah… E’ presto, però possiamo giocare con serenità. Il nostro obiettivo è andare oltre i 50 punti dell’anno scorso, segnare un gol in più e subirne uno in meno». Per finire, oggi meglio Buffon o Donnarumma? «Buffon». In assoluto Buffon o Zoff? «Buffon». Roberto o Stefano Sorrentino? «Roberto (il padre, in A con Catania e Bologna, ndr). Anche perché se c’è Stefano, il merito è di Roberto»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy