Chievo Verona, Ventura non ci sta: “Ecco perché mi sono dimesso”

Chievo Verona, Ventura non ci sta: “Ecco perché mi sono dimesso”

L’ex allenatore ha svelato i retroscena sull’addio al club gialloblu

di Redazione ITASportPress

Continua a far discutere l’addio di Giampiero Ventura al Chievo Verona. Nonostante il primo punto raccolto domenica con il pareggio interno contro il Bologna per 2-2, dopo due sconfitte consecutive, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana ha voluto interrompere il proprio rapporto con la società gialloblu. Ai microfoni dell’Ansa, comunque, Ventura ha voluto fare chiarezza sui motivi che hanno portato a questa decisione:

“Stavolta non tollero menzogne, mi sono dimesso dal Chievo non per i risultati ma perché io e la società volevamo raggiungere la salvezza attraverso due strade diverse. A quel punto, né io potevo pretendere che loro sposassero le mie idee, né loro potevano pensare che io condividessi il loro percorso. Ho rinunciato a due anni di contratto con una rescissione consensuale senza chiedere né pretendere alcunché. Mi hanno riconosciuto soltanto il mese di lavoro. Questi sono i fatti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy