Commisso: “Nessuno come la mia Fiorentina. Sogno lo scudetto. Kokorin? Visto per ora solo video…”

Il patron sull’attualità Viola e non solo

di Redazione ITASportPress
Commisso

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso è intervenuto in diretta su Radio 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’Io Sport per commentare le vicende d’attualità del campionato italiano con particolare riferimento, ovviamente, alla Viola reduce dal pareggio contro il Torino nella prima gara del girone di ritorno di Serie A.

Parla Commisso

Fiorentina Commisso
Fiorentina Commisso (getty images)

Parte subito dal calciomercato il presidente Commisso: “Sono soddisfatto di tutti. Quando ho delle critiche da fare le faccio in privato. Come mercato credo che abbiamo finito, salvo che non ci siano sorprese. Sorprese anche per me”.

Sul campionato: “Triste vederla in basso? Quando l’abbiamo presa era in zona retrocessione. Poi abbiamo guadagnato sei posizioni. Nessuno aveva fatto così bene quando ha preso una squadra. Quest’anno abbiamo cambiato allenatore. Eravamo 17esimi e con Prandelli siamo undicesimi. Fino ad oggi siamo andati bene, avanti di sei posizioni. Nessuna squadra di Serie A ha guadagnato sei posizioni. Spero si possa continuare così”.

“Se ci sono ritardi col progetto rispetto a quello che mi aspettavo? Non sono qui per fare business. Volevo ridare all’Italia del calcio quello che il calcio ha dato a me. Un po’ me l’aspettavo per via della burocrazia. Pensavo che il comune di Firenze fosse pronto per farmi fare qualcosa ma poi mi hanno detto che non potevo. Abbiamo provato in zona aeroporto ma volevano solo i soldi di Rocco. Una buffonata…”.

“Prandelli? Pensiamo un giorno alla volta. Sono arrivato qui con un contratto di tre anni con Montella. Ritenevo fosse giusto mantenerlo. Ora abbiamo un contratto con Prandelli, di un anno. L’ha voluto lui. Vediamo a giugno. La meritocrazia conta. Per me è importantissima”.

Kokorin? Devo ancora vedere (ride ndr). Fino ad oggi l’ho visto nei video. Credo in Pradé e in chi l’ha portato qui. Vlahovic? Ricordo che un mese fa o due si parlava non fosse buono. Prandelli, invece, ha riconosciuto il valore del ragazzo e l’ha fatto giocare. Sta fiorendo e ora tutti lo vogliono. Ma io non voglio darlo a nessuno”.

Infine, rispondendo ad una domanda di un tifosi: “Se si sogna anche lo scudetto per il futuro? La situazione Covid ha avuto delle conseguenze importanti. Io voglio fare bene ma è una situazione difficile. Siccome sono io che devo mettere i soldi, chiedo un attimo di pazienza. Lo scudetto? (ride ndr) Io lo spero… Ma ripeto voglio fare sempre meglio. Fare bene un anno, poi un anno dopo ancora meglio. L’Atalanta ci ha messo 6 anni per andare nella parte sinistra della classifica. La Lazio, il Napoli… Ci vuole tempo”.

“Tifosi allo stadio? Sono pessimista su questa cosa. Per come si va avanti non credo. Non penso che la Serie A possa rivedere il pubblico per quest’anno. Mi auguro possa esserci per il prossimo anno”.

“Ribery? Non lo so se vuole andare in Germania alla fine della stagione. Ho letto tante cose ma non parlo ora del futuro. Vediamo nei prossimi mesi”.

Vlahovic (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy