CONI, Malagò: “Interesse primario è quello della salute”

Il presidente del Coni ha parlato prima della sfida tra Roma e Lecce.

di Redazione ITASportPress

Il Coronavirus ha parzialmente bloccato anche il campionato di Serie A. Prima di Roma – Lecce Givoanni Malagò ha rilasciato importanti dichiarazioni ai microfoni di  SkySport: “Stiamo avendo gli atteggiamenti giusti. In questo momento il mondo dello sport non deve andare per conto proprio, ma deve essere allineato con le disposizioni dell’autorità vigilante, in primis il Governo che ha oneri e onori di tutto questo. La nottata di ieri è stata abbastanza convulsa, il consiglio dei ministri è finito tardissimo. Con questo decreto ci siamo adeguati e convinti che la valutazione sia quella più giusta”.

PORTE CHIUSE – “Era una delle ipotesi sul tavolo, ma sarebbe stato inelegante e scorretto a mio modo di vedere. Non c’è solo il calcio, ma tante altre manifestazioni coinvolte. Nello specifico non si poteva anticipare certe decisioni in questo sport. Io fino a tarda sera ho sentito dirigenti delle società coinvolte nelle partite di oggi. Torino-Parma non doveva rientrare in questo gruppo di partite rinviate”.

SALUTE – “Ci sono degli interessi primari, che sono anzitutto quelli della salute. Sento tanti che si espongono su questa materia, ma l’interesse della salute è primario. Si naviga a vista, non sono io che posso darvi risposte. L’obiettivo, ovviamente, è di ripartire al più presto. Ci sono diverse problematiche, come quella dei calendari, ma oggi sono in secondo piano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy